in ,

Marco Simoncelli otto anni dalla sua scomparsa, l’ultimo messaggio: «Spero di salire sul podio»

Sono passati otto anni da quel tragico 23 ottobre 2011 quando Marco Simoncelli, giovane pilota di moto gp, ha perso la vita in gara. Una data che è indelebili nel cuore di tutti, non solo dei fan, perché perdere un ragazzo così solare di soli 24 anni è un’ingiustizia. Marco ha perso la vita nel circuito di Sepang. L’ultimo giro in sella alla sua Honda. Pochi giorni prima dell’incidente, come era solito fare, Simoncelli aveva pubblicato un video messaggio per i suoi fan e oggi quelle parole fanno ancora più male.

Marco Simoncelli

Marco Simoncelli, l’ultima gara

Marco Simoncelli, classe 1987, si è spento sulla pista del Gran Premio della Malesia, davanti agli occhi di suo padre, Paolo, e della sua fidanzata, Kate Fretti. Un colpo al cuore terribile che non possiamo neanche immaginare. Una di quelle ingiustizie della vita il cui peso grava ancora sull’anima papà Paolo. In ogni attimo di silenzio, di riposo, prima di partire per un nuovo viaggio. La mente ritorna a Marco, al ricordo indelebile, alle tante opere fatte in suo onore.

Ciao a tutti sono arrivato a Kuala Lumpur siamo nell’albergo. Mi sto riposando visto che venerdì si inizierà a provare. Ho molta voglia di scendere in pista perché dopo la gara in Australia voglio tornare sulla moto. Qua in Malesia nei test sono andato forte quindi credo si faccia bene. Spero di salire sul gradino centrale del podio questa volta”, sono queste le parole del Sic nel video messaggio lasciato pochi giorni prima dell’incidente. Si è spento così il giovane Simoncelli mentre inseguiva il suo sogno.

Marco Simoncelli


Leggi anche: Giorgia Caldarulo su Instagram in autoreggenti è da cardiopalmo: «Una dea»

Le  iniziative in suo onore

In suo onore da quel 23 ottobre sono state avviate tante iniziative e il 2019 è stato un anno ricco di soddisfazioni da questo punto di vista. A cominciare dall’inaugurazione di Casa Simoncelli, che nei prossimi giorni inizierà a funzionare a pieno regime. Un segno dal cielo è arrivato con la vittoria di Tatsu Suzuki a Misano, sul circuito dedicato a Marco Simoncelli. Alcuni giorni fa l’inaugurazione di via Simoncelli nei pressi dell’autodromo. Sabato scorso a Motegi abbiamo festeggiato l’11esimo anniversario della conquista del titolo in 250 del ‘Sic’, con Nicolò Antonelli che ha conquistato la pole. “Un’altra coincidenza di quelle strane“, ha commentato Paolo Simoncelli. “Marco continua a seguirci da lassù, è una cosa che ci fa piacere“.

Giorgia Caldarulo su Instagram in autoreggenti è da cardiopalmo: «Una dea»

Ambra Lombardo Instagram, post sibillino sul matrimonio: «Aria di crisi con Kikò?»