in

Marco Vannini news: il super testimone de Le Iene presto convocato in Procura? Cosa sta accadendo

Omicidio Marco Vannini news: si parla ancora dello scoop de Le Iene, che hanno raccolto la intervista inedita a Davide Vannicola, amico dell’ex comandante dei carabinieri di Ladispoli Roberto Izzo, il quale ha raccontato davanti alle telecamere del programma Mediaset che lo stesso Izzo gli avrebbe confidato, in lacrime ed in preda ad una crisi di coscienza, di avere ricevuto una presunta telefonata (non agli atti) da Ciontoli dopo il ferimento del povero Marco, prima ancora che partisse la prima chiamata al pronto soccorso.

Omicidio Marco Vannini Le Iene: siamo ad una svolta?

“Ciontoli aveva chiamato Izzo dicendo ‘Hanno fatto un guaio grosso, mi devi aiutare, c’è il ragazzo di mia figlia ferito nella vasca'”. Il super testimone ha in sostanza asserito che Ciontoli avrebbe fatto capire a Izzo che sarebbe stato un suo familiare a sparare a Vannini, non lui. E in quel disperato e concitato frangente temporale gli avrebbe chiesto aiuto. Giulio Golia, la ‘Iena’ che ha realizzato l’intervista e il servizio giornalistico, ha chiesto spiegazioni allo stesso Izzo, il quale ha seccamente smentito di avere mai ricevuto ‘quella’ presunta telefonata da parte di Antonio Ciontoli e di avere già reso edotto il magistrato di come andarono le cose quella tragica notte. “E’ tutto agli atti e non c’è altro. Io ho già detto tutto quello che so”, ha ribadito più volte l’ex comandante dei carabinieri di Ladispoli a Golia. Secondo Vannicola, invece, fu lo stesso Izzo a raccontargli di aver saputo da Ciontoli che a sparare a Marco non era stato lui ma il figlio Federico. Ad aggravare la situazione – sempre secondo le dichiarazioni di Vannicola – il fatto che lo stesso Izzo avrebbe a quel punto consigliato a Ciontoli di assumersi la responsabilità dello sparo, per evitare guai più seri al figlio Federico. 

Davide Vannicola presto sentito in Procura? La sua tardiva verità

Dopo la clamorosa indiscrezione il magistrato pare voglia fare chiarezza e verificare l’attendibilità delle parole del testimone de Le Iene che mai prima d’ora aveva rivelato la sua ‘verità’. Secondo una indiscrezione di queste ore diffusa da Il Messaggero, infatti, “il procuratore di Civitavecchia Andrea Vardaro avrebbe fatto capire di essere pronto a sentire l’amico dell’ex comandante Izzo sulle clamorose dichiarazioni rilasciate a Giulio Golia”. Davvero non è stato Antonio Ciontoli a sparare? Il dubbio è sempre più forte. Davide Vannicola potrebbe dunque essere sentito molto presto in Procura come testimone informato dei fatti.

 Potrebbe interessarti anche:  Marco Vannini nuovo testimone Le Iene: parole su Antonio Ciontoli che potrebbero ribaltare il processo       

processo ciontoli news

Le Iene, scherzo a Bruno Vanzan: la reazione del campione di cocktail acrobatico

Royal Baby nome: si chiama Archie, spiazzate le previsioni dei bookmakers