Menu
in

Marco Vannini news: Izzo nega amicizia con Vannicola, lui lo smentisce pubblicando un documento inedito (FOTO)

Omicidio Marco Vannini: l’ex comandante Izzo denuncia per calunnia Davide Vannicola, l’artigiano suo amico che sostiene di aver ricevuto una confidenza da lui, secondo cui a sparare e ferire il 20enne di Cerveteri non sarebbe stato Antonio Ciontoli, ma suo figlio Federico.

L’ex maresciallo Izzo denuncia Vannicola per calunnia

Accuse subito rispedite al mittente, quelle fatte da Vannicola, e adesso Izzo passa al contrattacco. Una mossa facilmente prevedibile, la sua, che dalla prima ora ha negato di avere mai ricevuto la succitata telefonata da Ciontoli, subito dopo il ferimento di Marco Vannini. A dare la notizia è Il Messaggero, secondo cui l’inchiesta bis della procura di Civitavecchia sul caso Vannini sarebbe stata caratterizzata da questo nuovo colpo di scena. Izzo – indagato come atto dovuto per favoreggiamento e falsa testimonianza, dopo le accuse mossegli dall’artigiano Vannicola – avrebbe denunciato per calunnia nei sui confronti il supertestimone. “Su di me sono state dette solo assurdità”, aveva tuonato Izzo, in preda all’ira, a margine del secondo interrogatorio in poche settimane. Sarebbe stato infatti convocato una seconda volta dagli inquirenti per fornire ulteriori dettagli sull’omicidio di Marco Vannini e la testimonianza di Vannicola, che è stato sentito a sua volta. “Per noi è una calunnia a tutti gli effetti è questa è la risposta chiara e netta che abbiamo voluto dare insieme al mio assistito” – ha fatto sapere Rossana Lania, legale di Roberto Izzo – “la Procura ora valuterà parallelamente i due filoni dell’inchiesta”.

Izzo smentisce amicizia stretta con Vannicola, lui lo smentisce con un documento inedito

Izzo smentisce in toto le parole di Vannicola, anche quando l’artigiano parla della loro strettissima amicizia (l’ex comandante dei carabinieri fu anche testimone di nozze della moglie di Vannicola). Addirittura Izzo sminuisce l’importanza del loro legame, seppur documentato da foto che Vannicola ha reso note a mezzo stampa, in cui li si vede insieme, affiatati. E a riprova di ciò, Vannicola nei giorni scorsi ha pubblicato un documento inedito per corroborare la sua verità: una delega firmata proprio da Izzo, in cui il carabiniere autorizzava Vannicola a firmare e a ricevere la sua posta. “Da parte dell’ex grande amico Roberto Izzo. Ero autorizzato ad aprire qualsiasi documento e gli dovevo leggere il contenuto. Con tanto di timbro della caserma dei carabinieri di Ladispoli. E mo’ basta no!”, spiega Vannicola su Facebook, sarcastico, a commento della foto.

ECCO IL DOCUMENTO INEDITO:

Vannicola delega di Roberto Izzo (Foto libera da Facebook)

Potrebbe interessarti anche: Marco Vannini ore cruciali per salvargli la vita: Vannicola intervistato a Quarto Grado dà nuovi dettagli