in ,

Maresciallo “malato” vince i mondiali di mountain bike

E’ stato rinviato a giudizio per reati di simulazione d’infermità aggravata e truffa militare pluriaggravata. Lui si chiama Roberto Ambrosi, ha 48 anni, ed è campione del mondo categoria gentleman di MTB. Ma nella vita ha abbracciato la carriera d’armi. I mondiali si sono tenuti lo scorso luglio a Folgaria, in Trentino. Negli stessi giorni in cui Ambrosi si era dato malato. Proprio per questa ragione il Tribunale Militare di Verona l’ha rinviato a giudizio la scorsa settimana.

militari

Secondo molti, il maresciallo Ambrosi, che è in servizio al Terzo Reparto Manutenzioni Velivoli di Canizzano, avrebbe preso giorni di malattia attraverso il medico militare per allenarsi e partecipare alle gare. Subito dopo la vittoria iridata erano scoppiate le polemiche, tanto che il militare ha preferito chiudere i suoi profili social, nonché chiudersi nel silenzio, affidando ogni comunicazione all’avvocato. Il legale, Francesco Baccaro, riferisce che il suo assistito è “molto provato e dispiaciuto per l’accaduto. Si difenderà da ogni accusa”.

Più nel dettaglio, l’avvocato ferrarese del maresciallo-ciclista, sostiene che “non c’è stata alcuna simulazione di infermità e conseguentemente nessuna truffa, perché la patologia c’era ed è documentata”. Sarà compito del Tribunale Militare di Verona stabilire la verità.

photo credit: mikelo via photopin cc
photo credit: US Army Africa via photopin cc

Gabriel Garko contrario al matrimonio

Gabriel Garko è contrario al matrimonio: “Padre sì, marito mai”

Chat Home di LG

‘HomeChat’ di LG, per comunicare via chat con forno e frigorifero