in

Maria De Filippi a ruota libera su Maurizio Costanzo, il figlio e il lavoro: «Ho sbagliato tante volte»

Detesta farsi chiamare “Regina della tv”, è una definizione che la irrigidisce (“perché ogni passo falso che faccio non viene preso con clemenza” dice), ma in verità sappiamo tutti che Maria De Filippi è una sorta di “Mida”, che trasforma in oro tutto ciò che tocca. I suoi programmi, da Amici e C’è posta per te, da Tu si qui vales a Temptation Island, sono tra i più seguiti; senza contare il dating show di Canale 5 Uomini e donne, che porta a casa ascolti manco andasse in onda in prima serata. La 57enne milanese si è raccontata, come mai prima d’ora, a “Il Fatto Quodiano”. A ruota libera Maria De Filippi ha parlato del suo lavoro in tv, della spocchia che hanno alcuni scrittori che non si sognerebbero mai di andare nelle sue trasmissioni, dei suoi difetti ed errori, del matrimonio con Maurizio Costanzo e del figlio Gabriele.

Maria De Filippi: «Rivendico la libertà di sbagliare, sbaglierò tante volte e ho sbagliato tante volte!»

Di recente la si è vista protagonista della seconda puntata di Adrian, lo show di Celentano che fa fatica a decollare: «Non lo conoscevo, quando sono andata a fare le prove mi sono messa a sua disposizione. Ho visto un uomo importante, ho cercato in tutti modi di far vedere quello che sentivo per lui. Ho visto una persona ferita per quello che è stato scritto. Diventi un ‘mito’ per il pubblico ma un mito è anche fragile. Dietro c’è una persona che può avere anche momenti di difficoltà!», ha detto Maria De Filippi, che a proposito dei temutissimi dati auditel ha aggiunto: «Rivendico la libertà di sbagliare, sbaglierò tante volte e ho sbagliato tante volte. Non è l’ansia dello sbaglio ma quello che comporta quell’errore. Io l’ansia del bollettino auditel delle 10 l’ho imparata presto, non solo per me ma perché ho una azienda dove lavorano 300 persone!».

Le critiche a Michelle Hunziker, la lettera di Milly Carlucci e il retroscena inedito su “C’è posta per te”

Amici Celebrities si è rivelato un successo e la nota conduttrice non esclude una seconda stagione. Queen Mary non ha mandato giù le critiche a Michelle Hunzicher, anche perché a detta sua non è vero che i programmi della De Filippi può condurli solo la De Filippi: «Se Michelle avesse potuto condurlo dall’inizio tutto questo non ci sarebbe stato. Il problema è stata la contemporaneità con Striscia la notizia, C’è posta per te è venduto in venticinque paesi e non ci sono io a condurlo!». E le è dispiaciuta anche la lettera che Milly Carlucci ha mandato tramite i suoi legali ipotizzando somiglianze tra il talent e Ballando con le stelle: «Mi è sembrato esagerato contestare il ballo del vip con il professionista. Magari non lo aveva ancora visto e ora ha cambiato idea. Adesso Mara (Venier, ndr) parte con un programma che si chiama ‘La Porta dei Sogni’, la richiesta di storie è assolutamente similare a C’è posta per te. Non mi sognerei mai di dare mandato ad un avvocato di scrivere alla Rai o a Mara. Oltretutto Ballando con le stelle ha un titolare del format, se si fosse sentito leso avrebbe potuto difendersi!». Proprio su C’è Posta per Te ha svelato un retroscena: il format sarebbe nato dopo una visita nel 1999 ad Enrico Berlinguer. «È vero, all’ingresso del Ministero mi avvicinano delle persone e mi consegnano una lettera da dare al ministro. Quando torno in macchina ci ragiono e nasce C’è Posta per te. Per un caso, è successo anche per Amici che è nato dopo che avevo ballato a C’è posta per te. Lì ho scoperto che c’era un mondo dietro le coreografie e che si poteva fare un programma!», ha raccontato la moglie di Costanzo.

leggi anche l’articolo —> Maria De Filippi, Maurizio Costanzo foto del matrimonio: «È un falso», clamorosa rivelazione

Maria De Filippi: «Gli scrittori non si limitassero ad andare solo in alcuni programmi, aggiungessero altro. Venissero anche a ‘Uomini e Donne’…»

Maria De Filippi ha voluto dire la sua anche sul libro di Giulia De Lellis che sta riscuotendo un enorme successo editoriale: «Giulia me lo ha regalato ma non l’ho letto, c’ero quando gliel’hanno proposto perché mi ha chiesto cosa pensavo. Non è stupida, su di lei c’è un pregiudizio perché arriva da Uomini e Donne. Che il libro abbia avuto successo ci sta, è conosciuta e la sua storia d’amore è stata molto vista in tv. Non deve far storcere il naso agli scrittori, pensano che per arrivare si sono fatti il mazzo e ora una ragazza di Uomini e Donne è in cima alla classifica con la storia delle sue corna. Chi va in libreria a comprare il libro di Giulia magari prima non ci andava, non avrebbe comprato un libro diverso e forse ora, dopo averlo letto, proverà con un altro!». E ancora: «Gli scrittori non si limitassero ad andare solo in alcuni programmi, aggiungessero altri programmi. Venissero anche a Uomini e Donne, se Cazzullo, per dire un nome, venisse a Uomini e Donne raggiungerebbe un tipo di pubblico che non ha. Se uno va solo nei programmi di nicchia si rivolgerà sempre a una nicchia allora non si può arrabbiare se la De Lellis vende centomila copie!».

leggi anche l’articolo —> Maria De Filippi proposta inaspettata da Apple: indiscrezione bomba

«Maurizio Costanzo? Un gran para**lo. Il nostro matrimonio è durato perché…»

Maurizio Costanzo in una recente intervista ha detto: “Maria è l’amore della mia vita. Avrei voluto amarla non solo per sempre ma da sempre.” Una dichiarazione che ha fatto sorridere la conduttrice:
«Lui è un gran paraculo. Non è vero ‘da sempre’, il nostro matrimonio è durato più di tutti gli altri perché io ho rispettato il suo lavoro. A un certo punto ho iniziato a lavorare come lui perché era l’unico modo per stare con lui, lo guardavo e pian piano ho imparato!». Per lui ha lasciato il suo fidanzato di allora e ha dovuto superare alcuni pregiudizi: «Maurizio rappresentava un punto fermo, centrale. Io ero meno solida, vivevo una relazione con un ragazzo in qualche modo trascinata da sei anni. Sono arrivata a Roma ho visto un uomo intelligente che mi capiva ed era profondamente buono, mi ha conquistato. Non è stato facile spiegarlo ai miei genitori ma la mia non era una forma di ribellione!». La parola “raccomandata” non le ha mai dato fastidio: «Non soffrivo perché era la verità, quando feci il numero zero di Amici se non ci fosse stato Maurizio io non sarei andata in onda. Non sarei mai passata!». Sul figlio Gabriele, arrivato quando lui aveva già dieci anni, Maria Filippi ha detto: «Ho avuto tantissima paura, il giorno prima di conoscerlo ero terrorizzata. Quando la prima volta ho visto la sua foto mi sono detta: ‘Adesso cosa faccio se non sono capace?’. Non ci si nasce madri, si impara con il tempo e si cresce insieme!».

leggi anche l’articolo —> Maria De Filippi svela cosa fa quando non lavora: «Mi crea una vera e propria dipendenza!»

(Maria De Filippi “Uomini e donne” Facebook Ufficiale) 

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Benedetta Mazza compleanno: il video di lei bambina su Instagram è emozionante

Giulia Calcaterra Instagram, mozzafiato in costume: «Un lato B da Oscar»