in

Maria Elena Boschi, Di Maio «Ministro del lavoro in nero» e al padre dice: «Le auguro di non vivere quello che hanno fatto vivere a mio padre»

«Caro signor Di Maio, le auguro di non vivere mai quello che suo figlio e gli amici di suo figlio hanno fatto vivere a mio padre e alla mia famiglia». E’ tramite un video condiviso sui propri social che la deputata del Partito Democratico, Maria Elena Boschi, si schiera ancora una volta e attacca direttamente Antonio Di Maio, padre del Vicepresidente del Consiglio dei Ministri Luigi Di Maio, approfittando del sabbione sollevatosi in queste ore a causa delle trasmissione tv Le Iene, dove un operaio ha raccontato di aver lavorato per anni in nero per il padre del vicepremier.

Lavoro in nero ed infortunio sul lavoro

Parte tutto dalla denuncia di Salvatore Pizzo, di Pomigliano d’Arco, ex dipendente della ditta edile della famiglia di Luigi Di Maio. L’operaio denuncia di aver lavorato in nero per due anni, tra il 2009 e il 2010 e che a pagarlo fosse proprio Antonio Di Maio. Non solo. Pizzo racconta anche di un suo infortunio sul lavoro coperto dal padre del vicepremier, che gli avrebbe consigliato di non denunciare l’accaduto per non incorrere in sanzioni.
Il contenuto della clip vede la Boschi ripresa con il volto racchiuso in un primo piano e con alle spalle una libreria. Inizia il video esprimendo il desiderio di poter guardare in faccia Antonio Di Maio, padre del Ministro dello sviluppo economico, del lavoro e delle politiche sociali, Luigi Di Maio, o meglio, padre del “Ministro del lavoro in nero e della disoccupazione di questo Paese” come sentenzia la deputata. Il filmato è un vero e proprio attacco frontale, infarcito di auguri che la Boschi rivolge a Di Maio senior e, più in generale a tutta la sua famiglia, ma il più sentito, il fulcro dell’intera ripresa, è l’auspicio lanciato dalla deputata che si augura che tutto ciò che ha inflitto Di Maio figlio al proprio padre, Pier Luigi Boschi, riferendosi a Banca Etruria, possa non accadere a qualcuno della loro famiglia.

“Da questo comportamento prendo le distanze, ma resta sempre mio padre”  

Così ha detto il leader di M5S. «Il lavoratore ha fatto bene a denunciare. Consegnerò alle Iene tutti i documenti sul caso», ha aggiunto.  

MOMA – Museum of Modern Art di New York opportunità di lavoro e stage: come candidarsi

“Scrittura punto e a capo”, la scuola di giornalismo, editoria e sceneggiatura pensata per i giovani