in

Mario Adinolfi contro Fedez: “È un bamboccione, io da piccolo facevo a botte”

Mario Adinolfi non si è soffermato solo sul mondo della politica parlando delle cause che hanno portato Matteo Renzi alla sconfitta. Durante la chiacchierata a Radio Cusano Campus, infatti, il leader del Popolo della Famiglia è tornato a battere il tasto Fedez, argomento da lui trattato già più volte nel corso degli ultimi anni. E per il suo grande ‘rivale’ social, Adinolfi non ha altri commenti se non: “Bamboccione.” 

—> FEDEZ RACCONTA LA SUA INFANZIA

Il leader politico, infatti, ha così sentenziato su Federico Lucia, in arte Fedez: “Ha raccontato che girava con una pistola nello zaino? La nascondeva, da quello che ho capito, non era sua. A me è sempre sembrato un bamboccione, non ce lo vedo a fare il gangster, credo abbia avuto una adolescenza anonima, insignificante. Era grassoccio? E che vuol dire, io sono grassoccio ma molto bello”. 

—> MARIO ADINOLFI A TUTTO TONDO

E proprio quando si tocca il tema dell’adolescenza, Mario Adinolfi a Radio Cusano Campus fa una rivelazione a sorpresa. “Io sono alto uno e novantuno, sono un uomo da servizio d’ordine. Da ragazzo ho fatto a botte, ai tempi miei si faceva anche a botte, per la politica, per le cose.” Il suo passato è stato molto attivo politicamente: “Io ero un leader studentesco cattolico, avevo da una parte i fascisti, da una parte i comunisti, ma quelli veri, ci sono state anche risse, succedeva. Io essendo quello grosso della compagnia difendevo gli amici. In giro per l’Italia c’è qualcuno, più d’uno, che le ha prese da Adinolfi. Io invece non le ho mai prese, ero una sorta di Bud Spencer. Era difficile farmi male, ero troppo grosso, alto”. 

uomini e donne raffaella mennoia

Uomini e Donne gossip: Raffaella Mennoia scatena la bufera

ELENA CESTE NEWS

Elena Ceste news: nuove accuse al marito, Michele Buoninconti subirà un altro processo