in ,

Mario Biondo, giallo foto scena del crimine: la polizia spagnola ha mentito?

Solo ora che è stato riaperto il fascicolo di inchiesta per far luce sul misterioso decesso di Mario Biondo, avvenuto a Madrid nel 2013 e archiviato dalla polizia spagnola come “suicidio”, spuntano delle importantissime foto scattate dalla polizia scientifica nella scena del crimine.

“È incredibile” – ha dichiarato al settimanale Giallo Roberta Bruzzone, consulente tecnica della famiglia Biondo – “sono anni che chiediamo agli inquirenti spagnoli le foto della scena del delitto e ci è sempre stato risposto che non esistevano. Noi sapevamo perfettamente che non era così”. 

Un colpo di scena, questo, che potrebbe portare presto alla svolta nel caso. La nota criminologa è infatti convinta che il giovane cameraman siciliano non si sia suicidato impiccandosi con una sciarpa alla libreria della casa di Madrid, dove abitava con la moglie, la showgirl spagnola Raquel Sanchez Silva, sposata un anno prima. “Ne sono certa: dimostreremo che Mario è morto dopo essere stato colpito alla testa” – ha asserito Roberta Bruzzone – “Poi, qualcuno ha inscenato l’impiccagione”.

Presto dunque su quelle importantissime foto sarà eseguita una nuova perizia, come hanno stabilito i pm Geri Ferrara e Claudio Camilleri, titolari dell’inchiesta che indaga per omicidio volontario con l’aggravante della premeditazione.

avviare una startup un budget per tutti

Startup Europe Week arriva a Taranto il 5 Febbraio: il programma dell’evento dedicato agli startupper

zenzero come coltivarlo a casa

Zenzero: come coltivarlo a casa