in

Mario Bozzoli news corpo: “Non è stato gettato nel forno” della fonderia di Marcheno

Marcheno scomparsa Mario Bozzoli, ultime notizie inchiesta bis: l’imprenditore 50enne sparito misteriosamente mentre si trovava all’interno della sua fonderia la sera dell’8 ottobre 2015 non sarebbe stato gettato in uno dei forni della ditta. Questa l’ultima indiscrezione che emerge circa i nuovi accertamenti che si stanno svolgendo in queste settimane, dopo che la Procura generale di Brescia ha avocato a sé l’inchiesta insieme a quella relativa alla morte di uno degli operai di Bozzoli, che quella sera lo vide per ultimo, Giuseppe Ghirardini. L’addetto ai forni della fonderia di Marcheno fece perdere le sue tracce il giorno prima di essere sentito come persona informata sui fatti dagli inquirenti, e venne trovato morto a Case di Viso, a 100 km da Marcheno, avvelenato da una capsula di cianuro che potrebbe avere ingerito volontariamente.opraio morto fonderia bozzoli news

Nelle scorie del forno della fonderia non è stata trovata nemmeno una piccola traccia del Dna di Mario Bozzoli. A due anni e mezzo dalla scomparsa, si ipotizza dunque che l’imprenditore di Marcheno non sia stato gettato nei forni della sua azienda del bresciano. Un’ulteriore conferma, dopo quella dei Ris, arriva anche dalle analisi approfondite fatte dalla anatomopatologa Cristina Cattaneo e dalla sua équipe, incaricata di esaminare le scorie della fonderia. Si cercò la protesi dentale al titanio dell’uomo, ma nemmeno di quella è stata trovata traccia. E’ dunque ancora giallo su dove sia finito il corpo di Bozzoli.

Mario Bozzoli news: c’è un altro episodio sospetto capitato in fonderia poco dopo la scomparsa

giallo di marcheno news

La nuova ipotesi caldeggiata al momento è che l’imprenditore 50enne possa essere stato ucciso e poi subito portato via con un camion della fonderia. Quella notte infatti dalla fabbrica si spostarono più automezzi, per trasportare cosa e dove non è mai stato chiarito. Il suo cadavere potrebbe essere stato trascinato in un posto dove non arrivano le telecamere dell’azienda e fatto sparire, ma non si ha idea del luogo scelto per l’occultamento dagli assassini. Gli inquirenti lavorano nel contempo anche sul fronte economico, sui conti e sulle transazioni finanziarie. Sotto la lente di ingrandimento della Procura le attività della nuova ditta di Bedizzole di proprietà dei nipoti di Mario Bozzoli, Alex e Gacomo, indagati per l’omicidio insieme a due operai presenti in fonderia al momento della sparizione dell’uomo.

Quarto Grado domenica

Anticipazioni Quarto Grado La Domenica 29 aprile 2018: la morte di Denis Bergamini

Serale Amici 2018 ospiti e anticipazioni della quarta puntata