in

Mario Draghi snobba Giuseppe Conte: la messinscena del pentastellato

La Riforma della Giustizia è ad un passo dall’approvazione ma non cala la bufera sul palazzo. Pare infatti che Giuseppe Conte, ex premier ed attuale leader del Movimento Cinque Stelle, abbia organizzato un’imbarazzante messinscena per coprire il fatto che l’incontro con il Presidente del Consiglio Mario Draghi si sia concluso in soli quindici minuti. (Continua a leggere dopo la foto)

conte caso tabacci

La Riforma Cartabia, l’approvazione

Questa notte la Riforma Cartabia, più nota come Riforma della Giustizia, ha ottenuto l’approvazione della Camera nonostante la minaccia dei franchi tiratori pentastellati. Non convincevano infatti le parole di Giuseppe Conte che assicuravano “sostegno compatto” e fino alla fine la paura di possibili defezioni nella fila del M5S è stata forte.

La Riforma Cartabia risponde alla necessità di rendere il processo penale più rapido attraverso il suo alleggerimento e la sua digitalizzazione. Inoltre questa riforma prevede delle misure che hanno come obiettivo un potenziamento delle tutele verso le vittime di reato.

Con l’approvazione della Riforma è stato anche avvallato un emendamento proposto da Enrico Costa (Azione) che prevede il “diritto all’oblio” sui motori di ricerca, attraverso la deindicizzazione delle notizie relative ai procedimenti penali di indagati o imputati che risultano assolti.

Giuseppe Conte

Retroscena: Draghi snobba Conte

Oggi l’edizione online del giornale Il Riformista riporta un’imbarazzante retroscena che ha come protagonista l’ex premier e nuovo leader del Movimento 5 Stelle Giuseppe Conte. Pare infatti che il Presidente del Consiglio Mario Draghi abbia liquidato il capo pentastellato in soli quindici minuti. Questa messa alla porta sbrigativa ha spinto Rocco Casalino, ex portavoce di Palazzo Chigi, a domandare la possibilità di avere una saletta privata per una telefonata particolarmente urgente. Dopo aver ottenuto la stanzetta, la delegazione del M5S è uscita da Palazzo Chigi solo mezz’ora dopo, raccontando ai giornalisti di un incontro lungo e intenso con il premier.

La realizzazione di questa pièce teatrale dà la possibilità al Movimento 5 Stelle di rinforzare le parole del suo leader Giuseppe Conte il quale sostiene e professa il ruolo centrale dei pentastellati nel governo. L’ex presidente del consiglio ha infatti dichiarato che: “Essere in questo governo ci ha permesso di apportare miglioramenti significativi per tutti gli italiani. Senza di noi non ci sarebbero stati. Il disegno originario della riforma avrebbe provocato un collasso della giustizia penale. Non potevamo permetterlo”.

Attacco hacker Lazio: entro 72 ore si riparte con le prenotazioni dei vaccini

green pass

Italiani di Russia in vacanza a Venezia: «Noi vaccinati con Sputnik, senza Green Pass»