in ,

Marte, grandi tsunami nel passato: potrebbero aver favorito la vita sul Pianeta Rosso

Il giovane Marte avrebbe subito due violenti tsunami che ne hanno cambiato le sorti e la conformazione: sulla rivista scientifica “Scientific Reports” si torna a parlare della presenza di vita su Marte grazie alla nuova teoria formulata da alcuni ricercatori statunitensi.

Le origini del Pianeta Rosso sembrano essere oggi un po’ meno misteriose: una ricerca effettuata da un gruppo di scienziati di Tucson (Arizona) ha infatti riportato l’attenzione su Marte e sulla possibile presenza (anche passata) di vita. ”Circa 3,4 miliardi di anni fa l’impatto di un grande meteorite ha scatenato la prima onda di tsunami, composta da acqua liquida” ha spiegato Alberto Fairen, uno degli scienziati che hanno preso parte alla ricerca: il team di ricercatori ha studiato le mappe termiche del pianeta rosso mettendo in evidenza come, oltre a formare un cratere di 30 chilometri di diametro, l’impatto abbia originato anche tsunami alti sino a 120 metri che avrebbero a loro volta causato alluvioni e spinto le acque in un gelido oceano di acqua salata.

Le coste settentrionali di Marte, ricoperte dalle acque salate, potrebbero essere state quindi delle vere e proprie “incubatrici” di vita: quando un secondo asteroide colpì il Pianeta Rosso, che nel frattempo era diventato molto più freddo, gli tsunami ghiacciarono all’istante lasciando come traccia grandi lobi scuri costituiti principalmente di ghiaccio in cui potrebbero essere quindi custodite anche tracce di forme di vita che popolavano gli oceani di Marte.

(Foto: mr.Timmi/Shutterstock)

mamme che lavorano

Mamme e lavoro: figli, maternità, coworking o disoccupazione? La tua storia

Uomini e Donne Over Gemma e Giorgio

Uomini e Donne anticipazioni trono over: Giorgio non darà un’altra possibilità a Gemma