in ,

Marte sonda cosa sta succedendo: il lungo silenzio di Schiaparelli, missione fallita?

Il lander Schiaparelli non sarebbe riuscito ad ammartare, la sonda della missione europea ExoMars non dà segnali da ore e non c’è alcuna certezza che sia attiva sul suolo di Marte. La missione avrebbe dovuto proprio collaudare il sistema di atterraggio su Marte, ma il progetto non sarebbe andato a buon fine.

Nel centro di controllo dell’Esa in Germania, a Darmstadt, i tecnici hanno lavorato per tutta la notte, pervenendo ad una certezza: “Non è stato un problema di comunicazioni”, assicura Paolo Ferri, responsabile delle operazioni di volo delle missioni dell’Agenzia Spaziale Europea. Trenta minuti prima delle previsioni, i computer di bordo della sonda Marte hanno infatti disattivato i retrorazzi che stavano rallentando la sua corsa affinché l’impatto fosse lieve; dopo il distacco del paracadute i razzi si erano accesi regolarmente ma pare abbiano funzionato solo per tre secondi.

ExoMars, Schiaparelli su Marte: la diretta dell’evento che porterà l’Italia e l’Europa sul suolo del Pianeta Rosso

Per questo motivo il lander Schiaparelli sarebbe precipitato in una caduta libera per 19 secondi a una velocità elevatissima, e molto probabilmente si sarebbe schiantato: “Difficile immaginare che sia sopravvissuto”, ha infatti dichiarato Ferri, che dirige le operazioni del centro di controllo di Darmstadt dell’Esa. Al momento non è però chiaro cosa non abbia funzionato, perché il computer abbia dato un ordine sbagliato; le verifiche sono in corso, e nelle prossime ore saranno effettuati dei tentativi per parlare con Schiaparelli. Così pure la sonda MRO ( (Mars Reconnaissance Orbiter) della Nasa, in orbita marziana in transito sulla zona, cercherà il lander Chiapparelli per confermare ciò che si teme.

Foto: © ESA/ATG medialab

La psicologia della Gestalt al servizio della fotografia, parte della quinta: continuità

Mina Celentano 2016 Nuovo Album, Gianni Morandi anticipa ‘Amami Amami’