in ,

Martina Levato aggressione con l’acido, nuova accusa: tentò di evirare un ragazzo

Emergono nuovi agghiaccianti retroscena sulla vita di Martina Levato, la studentessa bocconiana finita in carcere lo scorso 28 dicembre per aver tentato di sfregiare con l’acido Pietro Barbini, il 22enne suo ex fidanzato.

Forte della complicità del suo amante, Alexander Boettcher, con il quale aveva architettato il diabolico piano, la giovane pare essersi macchiata di altri gravi reati. Il pm di Milano Marcello Musso che indaga sul caso, dopo aver disposto perquisizioni nelle abitazioni dei due e l’analisi dei contenuti della chat di WhatsApp in cui sarebbe maturato l’astio della donna nei confronti del suo ex, ha riscontrato la presenza di “messaggi deliranti oltre il limite della psicosi”, che vanno a compromettere ulteriormente il profilo psicologico della detenuta.

E ora, la notizia di una nuova accusa per Martina Levato: lesioni aggravate dalla premeditazione per aver tentato di evirare, nel maggio 2014, un ragazzo con cui aveva una relazione, durante un momento di intimità in auto, nei pressi dell’università. “Chiudi gli occhi, perché ti devo fare un regalo!”, gli avrebbe detto, per poi tirar fuori un coltello precedentemente nascosto nell’auto. L’uomo, miracolosamente scampato all’evirazione, riportò ferite in una mano e nelle parti intime.

olivier martinez seggiolino denunciato

Olivier Martinez contro i fan che chiedono selfie e autografi

Hugh Jackman con Dali

Hugh Jackman: pazzo per i suoi cani (foto)