in ,

Martina Roasio Giochi Solo Tu, dopo l’inedito il grande sogno: “Obiettivo Sanremo 2017, grazie Gerardina Trovato” [INTERVISTA]

Giovanissima ma determinata a far bene e lasciare il segno nel panorama discografico italiano. Martina Roasio, artista classe 1997, sogna di diventare una cantante di successo e tiene i piedi ben saldi per terra: da qualche ora è in rotazione radiofonica il suo secondo inedito, “Giochi Solo Tu”, dopo l’ottimo risultato ottenuto con “C’è Chi Parla” dello scorso luglio. In una lunga intervista concessa ai microfoni di UrbanPost, la giovane cantante ha raccontato qualche chicca sui suoi brani, oltre a voler ringraziare pubblicamente artisti come Gerardina Trovato e Biagio Puma, suo produttore. E il sogno? Beh, facile: si chiama Sanremo 2017.

Martina Roasio, “Giochi Solo Tu” è il tuo nuovo singolo uscito da qualche giorno. Qual è il significato di questo brano?
“Si tratta di un brano immediato, frizzantino. Lo stile è un po’ estivo ma in chiave moderna. Una musica spensierata in cui si evidenzia come nella vita di tutti i giorni sei solo tu a essere importante, la tua personalità. Non importa come ti vesti e come ti mostri in giro, se hai le scarpe rotte come si dice nella canzone: devi vivere la tua giornata con semplicità.”
A luglio, invece, ti sei affacciata sulla scena musicale con un altro inedito, “C’è chi parla.” Quali differenze possono percepire gli ascoltatori di questi due brani?
“C’è chi parla è un brano scritto da Vanessa Lucca, stessa autrice di ‘Giochi Solo Tu’. Qui la musicalità è un po’ diversa perché è un testo molto più profondo a livello di comunicazioni, invita a riflettere chi è sempre pronto a puntare il dito contro, chi giudica persone neanche conosciute. L’obiettivo di questo brano è portare l’uomo a guardare la propria personalità, la propria persona, senza giudicare perché spesso non si sa cosa quella persona abbia potuto vivere. Ecco, C’è chi Parla vuole riscoprire la propria essenza.”

Cara Martina, giovanissima ma determinata: come proverai a conquistare Carlo Conti per le selezioni delle Nuove Promesse di Sanremo?
“Partecipare a Sanremo 2017 sarebbe un sogno che si realizza, per farlo però devo lavorare tanto. Cantare è quel che voglio fare fin da quando sono piccola e se potessi esibirmi a Sanremo sarei felicissima, un grandissimo traguardo. Voglio trovare la canzone vincente e lo farò grazie al mio team.”

Fresca diciannovenne ma con alle spalle importanti collaborazioni. Come non ricordare, ad esempio, quella con Gerardina Trovato in occasione di ‘Energia Diretta’: quali sono stati gli insegnamenti che hai potuto trarre dalla cantautrice siciliana?
“Un’esperienza bellissima poter collaborare con una grande artista come Gerardina Trovato. Ho realizzato i suoi cori ed è stato emozionante poterla incontrare: è una persona d’oro, molto genuina, mi ha colpito proprio dentro. E poi, personalmente, è stata una grandissima soddisfazione poter collaborare con un’artista del suo calibro.”

Cosa ha significato, per te, l’incontro con Biagio Puma nella tua giovane carriera artistica?
“Ci siamo incontrati la prima volta durante un concorso nel 2014, a uno dei tanti a cui ho preso parte nella mia giovanissima carriera. Lui mi ha scoperto e ha deciso di puntare sulle mie qualità, abbiamo avviato questo progetto con ‘Sarò io’ un disco di cover e, grazie a questo lavoro che ha avuto abbastanza successo, abbiamo deciso di realizzare i primi due singoli inediti. Un’emozione fantastica poter realizzare due inediti, molto diverso rispetto alle cover: canti qualcosa che è tuo a tutti gli effetti.”

Sei giovane, hai bisogno di un biglietto da visita importante e questa prima avventura da solista può essere un ottimo trampolino di lancio: come ti descriveresti al tuo pubblico?
“Sono una persona molto tenace che ama cercare di trasmettere le proprie emozioni. Ecco, per me il canto è proprio questo: prediligo i sentimenti ai tecnicismi. Certo, anche questi sono importanti, ma credo sia meglio far emozionare le persone e trasmettere loro qualcosa con le mie canzoni.”

Oggi è sempre meno raro vedere giovani artisti tentare la scalata all’interno del panorama discografico italiano senza passare dai talent show: come mai questa tua scelta? Qual è il tuo pensiero su questi programmi televisivi?
“Con Biagio Puma abbiamo deciso di intraprendere questo percorso di canzoni, una strada diversa. Se dovesse arrivare l’opportunità di partecipare a un talent show ben venga perché danno la possibilità all’artista di mettersi in vetrina. Al momento farò questo percorso di promozioni e inediti per farmi conoscere anche se i talent show sono programmi molto validi e possono aiutare l’artista a cercare di raggiungere i suoi obiettivi.”

Ogni ragazzo ha un proprio idolo, una fonte di ispirazione: nel tuo caso, di chi si tratta?
“Ho alcuni cantanti preferiti anche se vado molto per canzone: se mi piace un testo di conseguenza inizio a seguire anche il cantante. Come fonti di ispirazione? Beh, direi Elisa, Giorgia, Anastacia, icone delle voci femminili. Poi mi piace molto anche Alex Baroni per la sua capacità emotiva.”

Belen Rodriguez a Napoli in lingerie: auto esce fuori strada e prende fuoco

corsi di formazione in Sicilia

Disoccupati in Sicilia: 195 corsi di formazione gratuiti 2016/17, dalla ristorazione al benessere