in ,

Massimiliano Bottoni ucciso in Brasile: lite dopo un festino, massacrato a coltellate

Massacrato a coltellate dopo un festino a sfondo sessuale. Sarebbe morto così Massimiliano Bottoni, 54enne romano in vacanza a Armaçao dos Búzios, in Brasile, nella Regione dei Grandi Laghi. Almeno, questa è la ricostruzione della polizia brasiliana che l’ha ritrovato riverso in una pozza di sangue nello stanzino di un garage annesso ad una villetta della località turistica.

Tutta la cronaca su UrbanPost

Armaçao dos Búzios è una località balneare a 180 chilometri a nord di Rio de Janeiro. Massimiliano Bottoni è stato ucciso con tre coltellate. Secondo gli inquirenti la lite sarebbe scattata in seguito a una richiesta di pagamento di prestazioni sessuali dopo un festino. La polizia è stata allertata nella notte da alcuni residenti allarmati dalle urla che provenivano da una villetta nel quartiere di Geribá.

Quando gli agenti sono arrivati sul posto, la porta era aperta. Dopo aver ispezionato la casa gli agenti hanno trovato il corpo di Bottoni coperto da un lenzuolo in uno stanzino del garage: era riverso in terra con un sacchetto a coprirgli la testa ed il corpo presentava tre ferite di coltello alla schiena e al petto. L’uomo è stato identificato grazie al passaporto, ritrovato in una delle valigie presenti nella villetta. Accanto al corpo dell’uomo è stato rinvenuto un machete: chi l’ha ucciso voleva fare a pezzi il corpo per farlo sparire.

La polizia brasiliana, dopo aver interrogato una serie di testimoni, ha fermato la padrona della casa presso cui soggiornava Bottoni e Paulo Giovani Carvalho de Oliveira, ritenuto organizzatore del festino. L’uomo, messo sotto torchio dalla polizia, ha poi confessato il delitto: ha raccontato di aver ucciso l’italiano in seguito a una lite per un pagamento.

Written by Andrea Monaci

49 anni, è direttore editoriale di Urbanpost.it fin dalla sua fondazione nel 2012. Ha iniziato la sua carriera nel 1996, si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto per "Il Secolo XIX", "Lavoro e Carriere", "La Voce dei Laghi", "La Cronaca di Varese".

elena santarelli incinta, elena santarelli instagram, elena santarelli

Elena Santarelli Instagram: alle critiche dei detrattori risponde continuando a godersi le vacanze

Strage Barcellona ultime notizie: i terroristi volevano far saltare in aria la Sagrada Familia