in

Massimo Bossetti ergastolo: la lettera del muratore al giornalista Mediaset

Massimo Bossetti ergastolo: a pochi giorni dalla sentenza della Cassazione che ha confermato il carcere a vita per lui, il Muratore di Mapello insiste nel professarsi innocente. E si scrive due lettere.  In una di esse, indirizzata a NewsMediaset, ha scritto di suo pugno rivolgendosi al giornalista Enrico Fedocci, che ha seguito il suo caso dall’inizio.

bossetti cassazione

“Caro Enrico, fai giungere a tutti la voce di un innocente condannato al carcere a vita senza mai potersi difendere, questa non è una cosa da paese civile, io sono innocente e lo griderò finché avrò voce. Mai smetterò di lottare con i miei avvocati che mi difendono per sincera convinzione e amore di Giustizia per dimostrare la mia innocenza”. Secondo quanto riporta il Tgcom, Bossetti avrebbe scritto anche una lettera ai genitori di Yara Gambirasio, ma i contenuti sono ovviamente top secret.

caso yara news bossetti

Il 48enne bergamasco sta scontando nel carcere di Bergamo la sua condanna. Ha chiesto di essere trasferito in un altro istituto penitenziario per poter lavorare. “Non voglio impazzire”, ha detto. “Vorrei essere trasferito in un penitenziario dove poter lavorare. Per non impazzire chiedo di poter essere utile, di lavorare. Oggi non ho più nulla, mi resta il pensiero dei miei figli e della mia famiglia”. Della prima missiva inviata ai familiari di Yara non si conosce ovviamente il contenuto, quella al giornalista Mediaset invece è rimbalzata ieri da una tv all’altra. Adesso occorre attendere: dovranno infatti passare almeno sei mesi prima di poter presentare ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo.​

Potrebbe interessarti anche:  Massimo Bossetti ergastolo, l’affondo di Roberta Bruzzone: “Non è lui la vittima”

“Aladdin”, Terry Rossio, sceneggiatore del classico d’animazione del ’92, attacca il live action

Valeria Golino: «La storia finita con Riccardo Scamarcio? La delusione più grande della mia vita!»