in ,

Massimo Bossetti, parla la moglie: “Convinti di poter dimostrare la sua innocenza”

Torna a parlare Marita Comi, la moglie di Massimo Bossetti, che in una trasmissione della tv locale “Bergamo TV” dichiara: “Parlando con i nostri legali, ci avevano anticipato che questo caso, così mediatico, con evidenti errori, non poteva risolversi all’udienza preliminare con un ‘ci siamo sbagliati’”. La donna non è però per nulla rassegnata, e afferma davanti alle telecamere: “Abbiamo detto: non ci siamo fatti illusioni, il percorso sarà lungo, ma siamo convinti di poter dimostrare la sua innocenza”.

Poi spiega le motivazioni della sua convinzione: “Ho incalzato di domande mio marito, e lui mi ha dato risposte convincenti. Ora conosco tutti gli indizi, e sono certa che possono essere contestabili”. Il muratore infatti, secondo la Comi, “non poteva macchiarsi di un delitto, figurarsi di una ragazzina dell’età di nostro figlio”.

Il rinvio a giudizio era inevitabile anche per uno dei due legali di Bossetti, Claudio Salvagni. L’avvocato ha dichiarato nel corso della trasmissione: “Sul rinvio a giudizio nessuno aveva grossi dubbi, neppure Bossetti. Diciamo che l’udienza è stata un po’ troppo frettolosa. Stiamo parlando di un processo indiziario, con tanti elementi da valutare e l’udienza si è conclusa in poche ore”.

Valeria Molin Pradel foto gossip

Alex Schwarzer volta pagina: ecco la sua nuova fiamma

figlio affidamento

Nina Moric, confermato l’affidamento del figlio