in ,

Massimo Giuseppe Bossetti: chiesto il rinvio a giudizio per l’omicidio di Yara Gambirasio

Massimo Giuseppe Bossetti sarà processato per l’omicidio di Yara Gambirasio? Oggi la Procura di Bergamo ha chiesto il rinvio a giudizio del muratore di Mapello per l’omicidio della tredicenne avvenuto il 26 novembre 2010 a Brembate Sopra, in provincia di Bergamo.

Massimo Giuseppe Bossetti è in carcere dal 16 giugno 2014 con l’accusa di aver ucciso Yara Gambirasio: su di lui indizi pesanti e quelle che paiono essere prove schiaccianti, come le tracce di materiale biologico ritrovate sugli indumenti della giovane ginnasta recanti il suo profilo genetico. Proprio la prova del Dna eseguita a carico di Bossetti ha convinto gli inquirenti di essere arrivati davvero ad identificare l’autore dell’efferato delitto e da allora nessun altra persona è entrata nell’indagine.

In questi mesi d’indagini sono emersi numerosi altri elementi indiziari a carico del muratore di Mapello: ora la richiesta di rinvio a giudizio su cui dovrà pronunciarsi il gip del Tribunale di Bergamo ed il processo. La richiesta di rinvio a giudizio contempla le accuse di omicidio volontario aggravato ai danni della piccola Yara Gambirasio e calunnia nei confronti Massimo Maggioni, uno dei colleghi di Bossetti nel cantiere di Palazzago, quello in cui il muratore di Mapello lavorava all’epoca del delitto.

Pomeriggio 5 anticipazionipuntata 8 marzo

Pomeriggio 5 anticipazioni puntata 23 marzo: novità sui fidanzati uccisi a Pordenone

Napoli, addio Champions? Forse è rimasta un’ultima speranza