in ,

Massimo Troisi, video inedito e casa della memoria per il compleanno del regista

Se fosse stato ancora in vita, oggi Massimo Troisi avrebbe compiuto 62 anni; invece un attacco cardiaco gli fu fatale, quel tragico 4 giugno del 1994, e se lo portò via; e con lui si portò via un pezzo di cinema nostrano – pezzo tra i migliori in assoluto -, un qualcosa di unico e di inimitabile che è impossibile non amare, ieri come oggi, così come domani.

Oggi, dunque, Massimo Troisi avrebbe compiuto 62 anni e la sua città natale, San Giorgio a Cremano, per omaggiare il grande estro dell’attore scomparso prematuramente, ha deciso di ricordarlo dedicandogli una ‘casa della memoria’, a Villa Bruno, e di costituire così quello spazio che mancava per uno grande come lui, uno spazio per promuovere e far conoscere quel Troisi che solo chi era a lui vicino poteva conoscere. All’interno della ‘casa’ si troveranno infatti oggetti del noto attore napoletano che tanto lo hanno reso celebre, ma anche foto e ricordi più personali appartenuti al Troisi uomo, e non personaggio: la bicicletta de ‘Il Postino’, gli strumenti musicali che amava far suonare agli amici – primo tra tutti Pino Daniele -, il divanetto di casa, le foto alle pareti che lo ritraggono sulla spiaggia coi fratelli.

A renderlo celebre, oltre che il suo grande talento, è stato il suo sguardo triste, che la macchina da presa ha più volte inquadrato e fatto amare, ma soprattutto la semplicità e l’umiltà con cui si è affiancato ad ogni nuova sfida. A testimoniarlo, proprio oggi che l’attore napoletano avrebbe compiuto gli anni, è un video inedito che è spuntato in rete poche ore fa. Il video è una ripresa amatoriale che uno dei suoi tanti fan ha girato su uno dei set più amati della storia del cinema, l’ultimo film che lo ha visto alla sua regia: Pensavo fosse amore e invece era un calesse, pellicola del 1991 interpretato dallo scomparso artista e da una giovanissima Francesca Neri.

Il video, pubblicato dal portale amicidimassimotroisi.blogspot,it, mostra le riprese di una nota scena del film che, come ricordiamo, ha la colonna sono di un grande amico del regista, Pino Daniele. Come dimenticare, infatti, il sodalizio professionale e umano tra i due grandi artisti partenopei, uniti dall’amore per Napoli e, più in generale per l’Italia, ma uniti anche dallo stesso destino crudele: un cuore grande, pieno d’amore per quello che facevano, ma allo stesso tempo troppo fragile; un cuore che non è riuscito a reggere la grandezza del personaggio, e che se li è portati via, prima l’uno e poi l’altro. Oggi dunque, compleanno di Massimo Troisi, vogliamo ricordarlo così: con queste immagini amatoriali, semplici e naturali. Vogliamo ricordare così quel suo sguardo triste, che a volte sembrava perdersi nell’immensità delle cose; vogliamo ricordare così il volto dell’attore che rimarrà sempre icona del grande cinema italiano.

frittelle vegane tofu

Frittelle vegane di Carnevale: ricetta con tofu morbido

India bimba stuprata e sgozzata

Orrore in India: bimba di 7 anni stuprata e sgozzata durante una festa di matrimonio