in

Matrix: Luca Telese combatte Bruno Vespa con i Gun’N Roses

Ad un giorno dal debutto su Canale 5, dopo il passaggio da La7, Rete di Urbano Cairo, dove conduceva, con successo, In onda, Luca Telese, che da domani, martedì 10 settembre, condurrà, in seconda serata Matrix, in una conferenza stampa un po’ sui generis ha detto  di voler contrastare il suo diretto concorrente con un po’ di rock o meglio ha sottolineato di essere differente dal programma di Rai 1, Porta a Porta: “La differenza di sicuro è nella sigla. Lui ha Via col vento, noi i Guns N’ Roses. È una differenza quantomeno generazionale”.

luca telese

Cosa dovranno aspettarsi, però, i telespettatori dal programma che è stato lanciato da Enrico Mentana e portato avanti da Alessio Vinci; un programma che, però, ritorna in onda, dopo un anno di pausa? Telese ha annunciato che la trasmissione rimarrà così come è e che i telespettatori potranno ritrovarcisi in pieno. Telese ha, infatti, detto: “ Non cambieremo niente di quello che la gente si aspetta da questo programma. Sarà un programma classico, ma moderno. Che non fa telepredicazione perché convinto che alla gente debbano essere dati tutti gli strumenti. Non dobbiamo vendere una crociata, ma far capire come stanno le cose alla più grande fetta di pubblico possibile”. Ovviamente, dopo aver detto di non voler fare alcuna intervista impostata e troppo artefatta, ha annunciato, però, di voler dare a Matrix un punto di vista particolare approfondendo l’attualità politica con una certa irriverenza. Dei grandi casi di cronaca e di spettacolo, invece, Matrix parlerà con il contagocce, ovvero solo e quando non potrà farne a meno.

Nella prima puntata? Telese potrà ‘divertirsi’ a stuzzicare, in un clima politico molto caldo, causa decisione sulla decadenza dal Senato di Silvio Berlusconi, Guglielmo Epifani, segretario del Pd,  Daniela Santanchè e Paola De Micheli, rispettivamente di Pdl e Pd.

Seguici sul nostro canale Telegram

Sonno: dormire bene fa aumentare le cellule del cervello

Api: l’estinzione continua vertiginosamente