in ,

Matteo Messina Denaro latitanza: presi i fedelissimi del super-boss, 14 arresti

Continua la latitanza di Matteo Messina Denaro, il super-boss trapanese. Ma oggi, mercoledì 10 maggio 2017, si registra il blitz dei Carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Trapani nei confronti della rete di fiancheggiatori del super boss latitante Matteo Messina Denaro. Sono 14  i provvedimenti di fermo, emessi dalla Procura distrettuale antimafia di Palermo e in corso di esecuzione dall’alba, a carico di altrettante persone indagate per associazione mafiosa, estorsione, detenzione illegale di armi e altri reati aggravati dalle finalità mafiose.

—> Le ultime notizie con UrbanPost

Al centro delle indagini del Ros di Trapani c’è la cosca mafiosa di Marsala, di cui sono stati delineati gli assetti e le gerarchie. Sono state documentate anche le tensioni interne alla ‘famiglia’ per la spartizione delle risorse finanziarie derivanti dalle attività illecite e l’intervento pacificatorio – nel 2015 – dello stesso Messina Denaro.

—> Roma: camper ROM prende fuoco

In questo contesto gli accertamenti hanno fornito “inediti e importanti elementi, per l’epoca – sottolineano gli investigatori – riguardanti l’operatività e la possibile periodica presenza del latitante nella Sicilia occidentale”. I particolari dell’operazione saranno resi noti in una conferenza stampa che si terrà alle 10.30 presso la sede del Comando provinciale carabinieri di Trapani.

—> Tutte le breaking news con UrbanPost

Formula 1 2017 GP Monaco pagelle piloti

Formula 1 2017 GP Spagna orario diretta tv e streaming gratis gara, qualifiche, prove libere

El Salvador aborto omicidio

Speciale Donne di oggi: Maria, dal Niger all’Italia per lavorare, “E’ cominciata così la mia schiavitù”