in ,

Matteo Renzi a “In 1/2 ora”, costi politica: indennità parlamentari in base a presenze effettive

“Paghiamo i parlamentari in base alle presenze effettive”: è l’ultima proposta di Matteo Renzi per ridurre i costi della politica. Il premier, ospite della trasmissione televisiva “In 1/2 Ora” condotta da Lucia Annunziata sui Rai 3, ha affrontato con il consueto piglio l’argomento referendum, tornando a sostenere le ragioni del sì alla consultazione del 4 dicembre prossimo.

TUTTO SUL REFERENDUM DEL 4 DICEMBRE

Tra queste, appunto, la riduzione dei costi della politica che secondo Renzi non si ottiene solo abbattendo il numero dei parlamentari, come sarà in caso di successo del quesito referendario, ma appunto pagandoli solo per le effettive presenze. E  mentre illustrava la sua proposta davanti a Lucia Annunziata non si è astenuto da una frecciata velenosa nei confronti del Movimento 5 Stelle e in particolare di Luigi Di Maio. A dire di Renzi l’esponente del direttorio M5S e vicepresidente della Camera non è quasi mai presente in Parlamento, avendo partecipato a poco più del 37% delle sedute. “Diamogli solo il 37% dell’indennità” ha incalzato Renzi.

Il premier ha poi aggiunto sulla consultazione del 4 dicembre: “Si sceglie tra questo referendum e il nulla. Ciascuno ha la sua idea, chi voleva ridurre i deputati, chi voleva chiudere il Senato, io, ad esempio, volevo un Senato di sindaci. Chiaramente si può avere dubbi su questa proposta – ha proseguito Renzi – ma al referendum non si sceglie tra varie proposte, c’è solo questa proposta. Bisogna scegliere tra semplificare e proseguire con questo ceto politico. Non c’è una terza via”.

Seguici sul nostro canale Telegram

MacBook Pro e Air novita tecniche

MacBook Pro e MacBook Air data uscita news: ecco tutte le novità tecniche dei nuovi dispositivi Apple

caso yara NEWS

Caso Yara: Massimo Bossetti cambia avvocati e strategia difensiva? Clamorosa indiscrezione