in ,

Matteo Renzi a Domenica Live: dalle unioni civili alla questione Libia, “L’Italia non va in guerra”

Il premier Matteo Renzi è tornato  per la quarta volta  nel salotto di Barbara D’Urso per rispondere sui temi più caldi e attuali a due anni di operato del suo Governo, come i diritti civili: “La legge sui diritti civili passerà anche alla Camera. Non tutti sono d’accordo, ad esempio quelli che volevano la stepchild adoption. Noi abbiamo messo la fiducia e questo significa rischiare. Se non fossi passato sarei andato a casa, l’ho fatto perché è giusto perché due persone che si vogliono bene che paura possono dare? Abbiamo trovato un compromesso, ci sono i delusi e ti dico che passerà perché metteremo la fiducia anche alla Camera. Spero che a maggio la legge possa arrivare”.

Mentre sull’utero in affitto il presidente Renzi ha detto di essere contrario, ma sul caso di Niky Vendola, che ha appena avuto un bambino all’estero da una donna con la pratica dell’utero surrogato, Renzi ha spiegato: “Quando nasce un bambino è sempre una bella cosa. Ogni figlio che nasce reca al mondo il messaggio che Dio non è ancora stanco dell’uomo”.

Altro argomento molto delicato toccato dal premier è la politica estera con il caso scottante della Libia in cui quattro italiani sono stati rapiti e due di questi sono stati uccisi: “Oggi non è all’ordine del giorno la missione italiana in Libia perché la prima cosa da fare è costruire il governo in Libia”. Il premier Matteo Renzi continuando a parlare con da Barbara D’Urso a Domenica Live ha spiegato: “Quando si parla di guerra bisogna andarci in punta di piedi, quando l’Italia deve fare la sua parte la fa, ma la Libia non è in questa situazione”. Poi ha aggiunto: “Qualche politico, in particolare francese, ha fatto un intervento senza valutare, sono quattro anni che siamo in una situazione di stallo. L’Italia non si tira indietro”, ma al momento non è all’ordine del giorno una missione, “la guerra è una cosa seria”, non è possibile fare queste scelte con “superficialità”.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Formula 1 2016 GP Messico

Formula 1 2016, è caos sulla nuova formula delle qualifiche: la Fia deve rivotare

anziana mangiata dalle larve

Anziana non paga il ristorante per protestare contro le Poste: a Savona una storia incredibile