in , ,

Matteo Renzi all’Arena di Massimo Giletti: è finita la stagione del sei politico

Pensioni, scuola, criminalità e sbarchi di migranti. Carlo Verdone, Roberto Saviano, Luciana Littizzetto e Gianni Morandi oltre che a Juventus e Fiorentina. Sono questi gli ingredienti dell’intervista di Massimo Giletti a Matteo Renzi durante l’ultima puntata di Domenica In – L’Arena di oggi, domenica 17 Maggio 2015. Fra i temi più caldi di sicuro vi sono state le domande sulle pensioni e sulla riforma della scuola. Proprio in merito a quest’ultimo tema il premier ha detto che “è finita la stagione del sei politico”.

Quali novità ha svelato Matteo Renzi all’Arena di Giletti? Il premier ha iniziato a parlare della recente sentenza della Corte Costituzionale dicendo: “Io non credo che sia una sentenza contro di me. Questo tema vorrei affrontarlo domani. Prima una curiosità, la Salerno – Reggio Calabria finalmente la finiamo”.  Renzi ha poi continuato sottolineando a Giletti che di certo la sentenza non gli è piaciuta, ma “dobbiamo difendere le Istituzioni. La corte istituzionale è una sorta di “libero”, pensando ad un termine calcistico. È l’ultima istanza. Quello che decide la Corte si accetta. È chiaro che io avrei preferito un’altra sentenza. Non mi metto a far polemiche né con la Corte né con il Governo prima”. Come rimediare, però, ora, al problema dei soldi da restituire ai pensionati? Renzi ha detto: “Noi avevamo un tesoretto da parte. L’indicizzazione delle pensioni non andava bloccata, noi scriveremo una nuova norma rispetto al blocco delle indicizzazioni che restituirà ad una parte di quei pensionati una parte di quelle indicizzazioni. 4 milioni di italiani riceveranno 500 euro il primo di agosto”. Il premier ha tenuto a sottolineare la data dell’arrivo dei soldi per spiegare di non giocarsi tale somma per le imminenti elezioni regionali.

Confermando di voler vincere in tutte le Regioni, ma di non essere ancora attrezzato per i miracoli, Renzi ha concluso questo tema dicendo: “Io sono animato dall’incrollabile voglia di dare ai miei figli qualcosa di bello” e Massimo Giletti si è attaccato alla parola figli per interrogare il premier sulla Buona Scuola e sulle numerose polemiche scatenatesi.

In accordo con Giletti, Renzi ha ammesso: “sì , ci sono stati degli errori di comunicazione. Colpa di chi? Mia. Capita di sbagliare. Sulla comunicazione ho sbagliato io, ho sbagliato anche alla lavagna, mi hanno detto infatti che si dice cultura umanistica”. Il premier si è dimostrato aperto al dialogo, ma deciso nel dire: “è finita la stagione del sei politico”.  Renzi ha poi aggiunto: “Sul Preside discutiamo, all’inizio avevamo dato molti poteri al Preside, come il potere di valutare i professori e su questo punto abbiamo cambiato …”.

Giletti ha poi concluso l’intervista, dopo aver mostrato un filmato con il pensiero di Verdone, un filmato con il monologo comico di Luciana Littizzetto da Fazio, ed un filmato sulle polemiche scatenatesi dopo un commento su Facebook di Gianni Morandi, mostrando a Renzi la maglia della Juventus.

The Vampire Diaries 6: come sarebbe stato il finale se Nina Dobrev fosse rimasta

3 acconciature capelli 2015 semplici e veloci ideali per ogni occasione

Capelli 2015 tendenze: 3 acconciature semplici e veloci ideali per ogni occasione