in ,

Matteo Renzi: bonus 80 euro a partita iva e pensionati non è garantito

Il presidente del consiglio dei Ministri è intervenuto ieri sera parlando delle misure economiche per far ripartire il paese. Spiegando il cosiddetto “Sblocca Italia”, però, interviene anche su altro. Il bonus da 80 euro. Matteo Renzi sostiene che è garantito per chi lo avuto in questi primi mesi, da maggio a luglio e loro continueranno ad averlo, scaglionato a seconda della busta paga. Il presidente del consiglio, però, non dà le stesse garanzie che il bonus possa essere allargato anche ad altre categorie di italiani. Sono le partita iva e i pensionati.

premier renzi riforme

Come di certo ricorderete, infatti, subito dopo l’approvazione del bonus da 80 euro, il premier disse che il governo avrebbe trovato le coperture per farlo avere anche a coloro che lavorano da liberi professionisti con la partita iva e anche a una larga fascia di pensionati. Ma pare che questa misura sociale non sia attuabile.

Nella stessa occasione, Renzi ha parlato delle previsioni di crescita dell’economia dell’Italia, in flessione rispetto a quanto ci si aspettava. Il presidente del Partito Democratico, però, ha detto che “non ci sarà nessuna stangata in arrivo. La manovra di marzo ha abbassato le tasse”.

ministro riforme boschi renzi

Riforma del Senato, cosa prevede: la fine del bicameralismo perfetto è oggi

cantieri expo

Sblocca Italia, Matteo Renzi: cantieri, reti idriche e eco-bonus per rilanciare l’economia