in ,

Matteo Renzi come Togliatti: vorrebbe dirigenti politici che studiano anche House of Cards

Il compagno Ercoli, alias Palmiro Togliatti, aveva il chiodo fisso di costruire un PCI con un ceto dirigente solido, ben preparato ed orientato. Matteo Renzi non c’entra nulla con questa tradizione, tuttavia ieri alla Direzione del Pd ha indicato una strada simile, quando ha annunciato il progetto di una campagna di formazione politica con gli strumenti tradizionali ma anche con le serie tv americane, come la seguitissima House of Cards.

House_of_Cards locandina

Anche Renzi che pure ha lanciato il Governo e la segreteria più giovane di sempre si rende conto della necessità di “un partito che studia”. Le facce nuove da sole non bastano, per questo il segretario-premier ha in mente una scuola politica che non scimmiotti la mitica scuola-quadri delle Frattocchie, ma in maniera innovativa individui un numero fisso di persone da inviare a seminari, stage e workshop, dove oltre al diritto amministrativo si possa imparare la capacità di costruire una “narrazione”.

Per ora siamo ad un progetto in bozze, l’idea è quella di una formazione che si articoli in diverse platee: gli amministratori locali i giovani parlamentari, i nuovi iscritti e simpatizzanti. Certamente si tratterà di una scuola non con una sede, ma a partecipazione diffusa con seminari residenziali sui temi più importanti dell’agenda politica, con una rete presente in ogni provincia. Matteo Renzi pensa già ad un grande evento per l’inaugurazione. L’idea sarebbe quella di un seminario sull’Europa che si dovrebbe tenere a Ventotene in coincidenza con l’avvio della sua presidenza del semestre italiano nell’Ue.

Seguici sul nostro canale Telegram

Dakota ed Elle Fanning cugine di Kate Middleton

benessere respiratorio e alimentare

Come curare le allergie, a partire dalle terme