in ,

Matteo Renzi: le riforme del Governo saranno online e i cittadini potranno intervenire

Matteo Renzi nella conferenza stampa di palazzo Chigi si è difeso dalle accuse di non realizzare le promesse presentando il countdown del Governo. Dando di fatto l’avvio ai Mille giorni in cui l’Italia dovrà essere rinnovata: “Entro mille giorni saremo un Paese civile se non avremo arretrati sui dl attuativi e se i denari non saranno realmente dispersi come talvolta abbiamo fatto sui fondi europei“. I risultati raggiunti rispetto agli obiettivi prefissati saranno verificabili attraverso un sito online, dove cittadini potranno partecipare con critiche e giudizi. Tutti gli argomenti che il Governo affronterà saranno resi pubblici, da domani saranno inserite nella piattaforma le tematiche agricole, mercoledì quelle sulla scuola. In tempo reale, ha assicurato il premier, gli italiani potranno conoscere i decreti attuativi e i provvedimenti con cui si disporrà dei fondi europei.

maria elena boschi ministro riforme e Renzi presenatno il sito online dell'esecutivo

Il ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi, ha affermato che il Governo ha dimezzato il numero dei decreti attuativi rispetto ai precedenti governi. Il premier Matteo Renzi ha sottolineato il concetto che ognuno deve rendere conto di ciò che fa: “Ha un senso impiccarsi ad una data? Sì, perché l’espressione accountability non esiste in italiano, ma è un concetto di responsabilità ampia, estesa, è l’idea che ciascuno debba rendere conto di ciò che fa. Se mi avessero detto che avremmo in soli sei mesi impostato la riforma del lavoro che ha dato risultati immediati, verificabili, e che avremmo avviato le riforme costituzionali, non ci avrei creduto”.

In conclusione, secondo Renzi in questi mesi il Governo molto ha fatto nel concreto, come il “ddl delega” sul lavoro che è incardinato in Parlamento e si spera di approvarlo al più presto, sulle infrastrutture il gasdotto Tap. Renzi comunque ritiene che ciò è tanto, ma non basta. Il presidente del consiglio, con riferimento alla sostituzione del ministro Mogherini, designata lady Pesc, ha affermato che il suo incarico terminerà il 25 ottobre pertanto non c’è nessun rimpasto in vista.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Lucas Leiva dal Liverpool al Napoli

Calciomercato Napoli ultimissime: si torna a parlare di Lucas Leiva

cremonini disco di platino

Logico#1 di Cesare Cremonini è disco di platino