in ,

Matteo Renzi premier, tutti i passaggi per ottenere l’incarico

Passaggi istituzionaliEnrico Letta ha annunciato che domani stesso, dopo aver presieduto l’ultimo consiglio dei ministri, si recherà dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per rassegnare le dimissioni. Il Capo dello Stato ha due opzioni: può avviare immediatamente le consultazioni di rito partendo dai presidenti di Senato e Camera, passando successivamente per i vari gruppi parlamentari. Oppure può decidere di “parlamentizzare” la crisi e inviare il premier Letta davanti alle camere. In questa seconda ipotesi i tempi inevitabilmente si allungherebbero, in quanto le camere non possono essere convocate prima di lunedì, le consultazioni slitterebbero almeno fino a martedì prossimo.

napolitano trattativa stato mafia

Ottenute le dimissioni di Letta appare scontato che il Presidente Napolitano proporrà al segretario del Pd Matteo Renzi l’incarico di formare un nuovo governo. Renzi a sua volta avvierà le consultazioni con le varie forze politiche, per ripresentarsi nel più breve tempo possibile di fronte a Napolitano, per sciogliere la riserva e presentare la lista dei ministri del nuovo governo.Il passaggio necessario successivo si svolgerà in Parlamento per ottenere il voto di fiducia. Se tutto andrà secondo le previsioni di Renzi, il suo primo governo potrebbe vedere la luce già a metà della prossima settimana.

 

Quale maggioranza? Le forze politiche che potrebbero appoggiare il governo Renzi sono sostanzialmente le stesse che hanno garantito la maggioranza del governo Letta. La “strana alleanza” dovrebbe essere composta dal Partito democratico e dal Nuovo centro destra di Alfano a meno di clamorose divisioni nel Movimento 5 Stelle. Sel ha fatto già sapere che non ha alcuna intenzione di entrare nel governo. Forza Italia dovrebbe restare, salvo sorprese anche qui, il primo partito dell’opposizione.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

cani

‘Pet Fit Tag’, il collare che monitora la salute del cane

A Londra ha aperto un caffè dove paghi il tempo il resto è gratis