in ,

Matteo Renzi, tutte le promesse non mantenute del Governo

Ieri Matteo Renzi parlando agli industriali bergamaschi ha fatto nuovi annunci. Questa volta ha promesso il taglio dell’Irap e dei contributi sui neoassunti a tempo indeterminato per i primi tre anni. Oltre alla conferma dei famosi 80 euro di bonus. Lo farà davvero? Sarebbe bellissimo. Purtroppo però il premier e il suo Governo ci hanno abituati a una lunga sfilza di promesse non mantenute. A parte gli 80 euro (non poco, per carità) si apre una distesa di lapidi di promesse disattese. Qui ve ne elenchiamo 18, giusto per rinfrescarci la memoria che troppi annunci potrebbero avere un po’ annebbiato.

Promesse non mantenute Renzi

#1. Riforma del Senato (che però nessuno gli aveva chiesto)

#2. Piano Casa (“piano” era un avverbio, non un sostantivo)

#3. Riforma della scuola (bocciato anche qui)

#4. Spending review (Sempre più lunghi i tempi per accorciare i costi)

#5. Un forte sistema bipolare (pensavamo a Pd contro Forza Italia,ma non riusciamo più a distinguerli)

#6. Riforma del fisco (era prevista per maggio…)

#7. Abolizione dell’articolo 18 (farà l’unica cosa che non era in programma)

#8. Tutela del territorio (come a Genova?)

#9. Un semestre europeo importante (siamo a metà. Qualcuno sa se abbiamo fatto qualcosa?)

#10. Taglio dell’Irap (l’ha promesso ieri, ma l’aveva già fatto sei mesi fa)

#11. Eliminazione delle Province (esistono ancora

#12. Riforma elettorale (che però tira fuori ogni tanto, così, per ricordare che c’è)

#13. Riforma della Pubblica Amministrazione (era prevista per aprile…)

#14. Edilizia scolastica (doveva stanziare 3,5 miliardi di euro. Ne ha stanziato 1)

#15. Riforma del lavoro (tanto di lavoro non ce n’è, cosa lo riformi a fare?)

#16. Debiti della Pubblica Amministrazione (pagarli sarebbe più utile che tagliare le tasse)

#17. Riforma della giustizia (lenta come i processi)

#18. Politica dei fatti (e non degli annunci…)

Incidente Jules Bianchi ultimi aggiornamenti, il papà: “Situazione disperata, ma non si arrende”

volkov calciomercato torino

Calciomercato Torino ultimissime: Volkov, idea low cost per gennaio