in ,

Matteo Renzi Twitter: la cassa integrazione è in calo, “le cose cambiano”

La cassa integrazione non fa più paura a Matteo Renzi: ora che sono noti i dati Inps di luglio, secondo i quali il ricorso alla prestazione economica è fortemente diminuito rispetto allo scorso anno, il Premier è felice di poter scrivere su Twitter che “le cose cambiano”.

I dati, effettivamente, possono essere letti in modo incoraggiante: nel mese di luglio 2015 il ricorso della cassa integrazione ordinaria è diminuito del 26,9% (le ore autorizzare di cassa integrazione, complessivamente 52,4 milioni, sono state rapportate a quelle registrate nel luglio 2014, pari a 71,7 milioni); altro dato positivo per la cassa integrazione straordinaria, che avrebbe registrato una diminuzione del 32,6%.

Per quanto riguarda l’indennità di disoccupazione, l’Inps rende noto che a giugno sono state presentate 122.670 domande: dato che può essere letto in chiave positiva, se si considera che nello stesso mese del 2014 ne erano state presentate 173.477, ma che deve essere in qualche modo “ponderato” alla luce del fatto che proprio negli ultimi mesi è entrata in vigore la Naspi, che ha sostituito Aspi e mini Aspi.

Che ci sia dunque da esultare? Forse è troppo presto per farlo.

In apertura: immagina tratta dalla pagina Facebook

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

torino suicidio

Torino: massacra una prostituta con un’accetta, poi il suicidio

coppia acido Boettcher condannato

Coppia dell’acido, Alex Boettcher lancia un appello al Garante: “Fatemi riconoscere mio figlio”