in

Matteo Salvini attaccato dall’ex gieffina Daniela Martani: «Un maiale!»

Per qualcuno è una vera nazi-vegana, per qualcun altro semplicemente un’animalista convinta. Parliamo di Daniela Martani, ex gieffina, che è stata ospite de I Lunatici, il programma di successo di Rai Radio 2. Nel corso dell’intervista Daniela Martani, tra i personaggi più polemici della tv, ha   dato consigli non richiesti a Matteo Salvini. Parole dure contro il Ministro degli Interni, che non sono passate inosservate, ma che anzi sono rimbalzate da un giornale all’altro: «Salvini è obeso, sta diventando un maiale. Mangia carne tutto il giorno, dovrebbe farsi delle analisi perché presto gli arriverà una mazzata. Io l’ho avvertito, poi faccia come gli pare. Della salute di Salvini  non mi importa nulla! Lui è un grandissimo promotore della caccia e degli allevamenti, si faccia le analisi del sangue per vedere se i trigliceridi sono a posto».

leggi anche l’articolo —> Sequestrato e rapinato l’ex suocero di Matteo Salvini: altissimo il presunto valore della refurtiva

Chiusa la parentesi Salvini, Daniela Martani ha continuato a parlare di altri temi riguardanti sempre la questione vegan. Ad esempio per il cenone di Capodanno l’ex gieffina ha consigliato di evitare la carne: «Basta zampone e cotechino, piuttosto salsicce vegetariane!». Daniela Martani si è espressa anche su un altro tema caldo: la caccia alle balena in Giappone. La showgirl ha lanciato un appello al Presidente Mattarella per impedire che venga riaperta nuovamente tale pratica nel paese del Sol Levante: «Non capisco come una popolazione possa voler mangiare degli animali maestosi come le balene! Pretendo che l’ONU si pronunci, e mi aspetto una presa di posizione da parte di Mattarella nel discorso del 31 dicembre!».

Del resto Daniela Martani non è nuova a tali uscite. Al programma ECG, di Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, aveva parlato delle case di tolleranza per sole donne: «Ci sono tanti bordelli con bambole di silicone che riproducono fedelmente tutte le forme femminili, anche quelle più intime. In Germania ci sono più di 3000 bordelli legalizzati ed è nato un primo bordello con le bambole di silicone. E allora mi sono chiesta, visto che ci sono sempre cose per gli uomini e mai per le donne, a questo punto ne serve uno anche per noi. Vogliamo anche noi un bambolotto di silicone, sempre pronto e sempre sorridente!».

leggi anche l’articolo —> Matteo Salvini e il boomerang spalmato di Nutella

Manovra 2019 news: rissa alla Camera, approvazione al “fotofinish”

Federica Pellegrini Instagram: il lutto in famiglia la mattina di Natale