in

Matteo Salvini bacia il Crocifisso, lo sfottò di “Charlie Hebdo”: la vignetta con la bestemmia di Gesù

I cugini francesi ci guardano. Il settimanale satirico Charlie Hebdo ha dedicato una nuova copertina al Ministro dell’Interno e Vice-Premier Matteo Salvini, nell’atto di baciare il Rosario, dopo l’esito delle recenti Elezioni Europee. Non è la prima volta che un giornale d’oltralpe si concentra sul leader della Lega e i simboli religiosi. Nei giorni scorsi, infatti, era stato Le Monde a scrivere: «Matteo Salvini eclissa il movimento 5 stelle», e più in basso «il capo della Lega è ormai in situazione egemonica in seno alla coalizione», parole forti accompagnate dallo scatto di Salvini col tanto discusso Crocifisso, che ha fatto storcere il naso a parecchi.

Matteo Salvini bacia il Crocifisso, la satira mordace di “Charlie Hebdo”

Ma torniamo al giornale satirico. Protagonista dell’ultimo numero di Charlie Hebdo, periodico settimanale dallo spirito irriverente, è il Ministro dell’interno Italiano. Nella controversa vignetta dal titolo Il calvario del rosario di Matteo Salvini, si vede il leader della Lega baciare il rosario. Nell’illustrazione però Gesù pare non essere d’accordo e lancia contro di lui una bestemmia, che ovviamente non è stata pubblicata nella foto della copertina resa nota da La Stampa e ripresa pure da Dagospia. In aggiunta la didascalia: «In realtà ti dico che hai l’alito che puzza!». Ovviamente la storia di Charlie Hebdo, iniziata con il mensile Hara-Kiri, è ricca di episodi singolari, ricorderete senza dubbio le caricature del 2006 su Maometto, per cui nessuno dovrebbe scandalizzarsi o puntare il dito. Nell’articolo in questione, riportato da “Huffington Post”, si sottolinea che «Salvini raccoglie voti ad ampio spettro e tenta di tutto per affermarsi come leader europeo di un’estrema destra multiforme che, in Italia, supera ampiamente il 40% se si aggiunge al risultato della Lega quello di Fratelli d’Italia e le briciole raccolte dai fascisti doc di CasaPound e di Forza Nuova. E, al contrario della sua amica Marine Le Pen, non avrà neppure bisogno di far finta di essere ecologista per cogliere l’onda verde, poiché in Italia i Verdi non hanno molto da offrire». 

Matteo Salvini di nuovo nel mirino di “Charlie Hebdo”

In passato Charlie Hebdo aveva già attaccato il leader della Lega. In una copertina, infatti, Matteo Salvini era apparso accanto a Marine Le Pen, vicina a lui ideologicamente. In quel caso gli illustratori avevano giocato sul cognome della leader sovranista francese: Salvini era stata raffigurato con la testa a forma di pene. Come reagirà il leader della Lega? Non ci resta che attendere: diretta su Facebook? Scatto ironico su Instagram o cinguettio furente?

leggi anche l’articolo —> Reddito di cittadinanza e Quota 100, la Corte dei Conti boccia entrambi: «Pensiamo alla crescita del paese!»

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi", “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Fiorello vittima di un incidente in bici: «Ho una costola incrinata»

Aurora Ramazzotti Instagram, ‘seno naturale e chiappe al cielo’: il “profilo spaziale” manda in orbita