in , ,

Matteo Salvini a Bologna: le parole del leader della Lega a Domenica Live

Dai centri sociali abusivi non è che escano i cervelli del domani” Un Matteo Salvini contento per come sono andate le cose, ma agguerrito contro i dissidenti che hanno tenuto in scacco la città e che hanno aggredito un uomo della polizia e quattro carabinieri, dopo il comizio sul palco a Bologna si è collegato in diretta dalla città felsinea con Barbara D’Urso e la sua Domenica Live per spiegare cosa fosse successo e cosa succederà in futuro e specificare meglio il suo accordo con Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi.

Sottolineando di non voler commettere nuovamente gli errori del passato, e di non essersi alleato con Berlusconi per fare le stesse cose fatte precedentemente, ma per dare una svolta all’Italia, Salvini ha parlato di come in Francia ci siano più nascite perché l’asilo nido è gratuito per tutti i bimbi fino a due anni e di come sia questo l’obiettivo da perseguire. Salvini ha parlato di immigrazione, riduzione delle tasse, e tanti altri argomenti ponendoli come pilastri per il centro destra del futuro e tendendo la mano al Movimento Cinque Stelle perché chiunque abbia il suo stesso obiettivo è un suo alleato.

Dopo l’aggressione di mesi fa subita da Salvini a Bologna, il ritorno del leader della Lega in città non è però stato dei più semplici. Fra Facebook e Twitter, fra post e foto, si può leggere il racconto di una lunga, anzi lunghissima domenica ed avere così un diverso punto di vista. Da un lato la pagina Facebook di Salvini, felice dei comizi di Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi, una pagina del noto social che presenta un determinato racconto ed un determinato punto di vista, dall’altra la voce dei dissidenti, di chi non vuole vedere Salvini a Bologna e di chi ha idee politiche diametralmente opposte. Da Bologna non si Lega, a Meno ruspe e più tortellini. Ecco ad esempio gli striscioni di chi è giunto in città per esprimere il proprio pensiero e per manifestare contro i comizi di Piazza XX Settembre, di chi ha formato i cortei dei dissidenti che hanno bloccato Bologna al grido di Mai con Salvini.

Barbara D’Urso ha dovuto interrompere il collegamento perché le hanno detto di dire a Salvini che per motivi di sicurezza, a causa di alcuni infiltrati, avrebbe dovuto abbandonare velocemente la piazza di Bologna.

Moto Gp Marquez Gp Austin

Moto Gp, Marc Marquez non sorpassa Jorge Lorenzo: il web parla di “biscotto”

Marquez Valencia motogp

Moto Gp Valencia, Marc Marquez: “Volevo vincere, Pedrosa mi ha fatto perdere tempo”