in

Maturità 2014: le materie della seconda prova

Ieri, 31 gennaio 2014, è stato reso noto il decreto per la maturità 2014  firmato dal ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Maria Chiara Carrozza.

RAVAGLI - IL CONSIGLIO DEI MINISTRI APPROVA DECRETO OCCUPAZIONE

La notizia, pubblicata in contemporanea sul sito de La Repubblica e Il Corriere della Sera, riporta che le prove scritte dell’Esame di Stato dell’anno scolastico 2013/2014 si terranno mercoledì 18 giugno 2014 (prima prova) e giovedì 19 giugno 2014 (seconda prova).

Di seguito, le materie che saranno oggetto della seconda prova nei vari istituti.

Greco al Liceo classico; Matematica al Liceo scientifico; Lingua straniera al Liceo linguistico; Pedagogia al Liceo pedagogico; Economia aziendale ai Ragionieri, Estimo ai Geometri. Ancora Tecnica turistica all’Istituto tecnico per il turismo; Elettronica e telecomunicazioni all’Istituto Tecnico Industriale (ad indirizzo elettronica e telecomunicazioni); Elettrotecnica all’Istituto Tecnico Industriale (indirizzo elettronica e automazione); Informatica generale e applicazioni tecnico-scientifiche all’Istituto tecnico industriale (indirizzo informatica); Economia agraria all’Istituto professionale per agrotecnico; Alimenti e alimentazione all’Istituto professionale per i servizi alberghieri e della ristorazione; Psicologia generale e applicata all’Istituto professionale per i servizi sociali; Tecnica della produzione e laboratorio all’Istituto professionale per Tecnico delle industrie meccaniche. Per il settore artistico (Licei e Istituti d’arte) la materia oggetto di seconda prova ha carattere progettuale e laboratoriale (ad esempio architettura, ceramica, mosaico, marmo, oreficeria).

Per gli Istituti tecnici e professionali sono state scelte materie che, oltre a caratterizzare i diversi indirizzi di studio, hanno una dimensione tecnico-pratico-laboratoriale. Per questa ragione la seconda prova può essere svolta, come per il passato, in forma scritta o grafica o scritto-grafica o scritto-pratica, utilizzando, eventualmente, anche i laboratori dell’istituto.

Il decreto individua, inoltre, le materie affidate ai commissari esterni. In questo caso è stato seguito, laddove si è rivelato opportuno, il criterio della rotazione delle discipline. Sono inoltre 122 gli istituti scolastici coinvolti nel progetto Esabac (erano 50 l’anno scorso), finalizzato al rilascio del doppio diploma italiano e francese ed attuato sulla base dell’Accordo Italo-Francese sottoscritto il 24 febbraio 2009.

arachidi

Le arachidi curano l’allergia alle arichidi: ecco lo studio che lo dimostra

pronto soccorso

Napoli, muore donna obesa: mancano i mezzi per soccorrerla