in ,

Maurizio Landini contro Matteo Renzi: guerra Social a colpi di hashtag con il proiettile #iosonoonesto

Maurizio Landini, leader della Fiom, durante il corteo del sindacato di oggi, 21 novembre 2014, a Napoli, ha detto: “Renzi riconosca che non ha il consenso delle persone oneste, dei lavoratori e di chi cerca lavoro“. Dopo la sua affermazione, sul web è scoppiata subito una guerra Social a colpi di hashtag con il proiettile #iosonoonesto.

Su Twitter è nato, infatti, l’hashtag #iosonoonesto, dal primo cinguettio di Luca Di Bonaventura, che è l’attuale portavoce del ministro Boschi, oltre a far parte dello staff del premier Matteo Renzi. Oltre all’hashtag #iosonoonesto, anche #Landini è diventato uno dei topic di tendenza del momento tra gli utenti, alcuni sono contro il leader della Fiom, altri a favore, come chi ha scritto: “Mi permetto di integrare #Landini: #Renzi non ha il consenso delle persone oneste e di quelle onestamente informate: #poché. La guerra a colpi di ‘cancelletto’ è cominciata”.

Ecco i tweet di Luca Di Bonaventura e di Marcello De Sanctis.

 

 

 

Lazio – Juventus: probabili formazioni e ultime news

Pomeriggio 5 Barbara d'Urso

Pomeriggio 5, anticipazioni 21 novembre: mistero, Elena Ceste non ha mai usato il cellulare il giorno prima della scomparsa