in ,

Max Gazzè, concerto a Bologna: all’Estragon un’esplosione trionfale di suoni e colori [FOTO]

Amore e musica, in un’esplosione spettacolare di suoni e colori: ci piace definire così il concerto di Max Gazzè all’Estragon di Bologna, primo appuntamento di una “doppietta” attesissima dal pubblico emiliano, a cui UrbanPost ha avuto la fortuna di partecipare.

Max Gazzé è visibilmente emozionato di fronte alla folla, ma dopo il primo pezzo rilancia galvanizzato con “Il timido ubriaco”. Una coreografia d’effetto – fatta ora di tessere che rievocano gli “eighties”, ora di personaggi fantastici che ne popolano il mondo sonoro – rende la performance ancora più emozionante. Con lui, sul palco, strumentisti che non la mandano a dire facendo sognare il pubblico: Giorgio Baldi alla chitarra, Dedo ai fiati, Clemente Ferrari al piano e Cristiano Micalizzi alla batteria.

Durante tutto il concerto Gazzé non dice nulla di sé, lascia la parola alle sue rime e al pubblico, invitandolo a intonare insieme a lui i ritornelli più famosi: “Per esempio non è vero/che poi mi dilungo spesso/su un solo argomento…”. Due i leitmotiv della serata: la passione per la musica (a riprova il continuo cambio di bassi messo in scena dall’artista) e l’amore, celebrato in tutte le sue sfumature, da quella romantica a quella sensuale, spaziando dall’ironia alla devozione religiosa che esplode in “Mentre dormi” (“Io ti vengo a celebrare come un prete sull’altare”).

Una sorpresa? La comparsa inaspettata sul palco di un prelato in abito purpureo, a introdurre “Sotto Casa” e le sue irriverenti rime di protesta (“Mi son reso conto che serpeggia tra i credenti/il malcontento per la pioggia/di mancati appuntamenti/nei millenni”)…

Gioia e trionfo nel presente, ma anche nostalgia per il passato. A vent’anni dalla pubblicazione del primo album dell’artista “Contro un’onda del mare”, Gazzé rende omaggio al mondo dei “nineties” – introdotto da un montaggio di immagini dal sapore davvero remoto – con due pezzi poco noti ai più. Ma che non potevano mancare, a suggellare una ricorrenza così importante.

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

caso mario biondo news

Morte Mario Biondo: si è trattato di omicidio? Ecco la foto che lo proverebbe

Victoria Beckham tattoo, Victoria Beckham e David Beckham, Victoria Beckham

David e Victoria Beckham gossip: matrimonio al capolinea? Arriva la smentita