in ,

Mediatrade: assolti Piersilvio Berlusconi e Fedele Confalonieri

Si è concluso con la piena assoluzione per tutti e dieci gli imputati il processo Mediatrade, che vedeva coinvolti, primi fra tutti, il presidente dell’azienda Mediaset, Fedele Confalonieri e il vicedirettore esecutivo, Pier Silvio Berlusconi, figlio dell’ex premier, imputati per frode fiscale.

Mediatrade assoluzione

Il pubblico ministero  Fabio De Pasquale aveva chiesto la condanna a tre anni e quattro mesi per il primo, e tre anni e due mesi per il secondo. Quest’ultimo in particolare avrebbe avuto un ruolo fondamentale nell’organizzazione del progetto criminoso, ne sarebbe stato il vero stratega. Secondo l’accusa, il grande disegno di frode sarebbe stato messo in atto al fine e attuare un risparmio fiscale, e di dar vita a fondi neri.

Oggi però, dopo 5 giorni di camera di consiglio, la decisione del collegio che ha vanificato le ipotesi accusatorie. Pier Silvio Berlusconi è stato riconosciuto totalmente estraneo ai fatti e privo di responsabilità. Il processo nei suoi confronti è inoltre prescritto. Insieme a lui, gli altri dieci imputati della vicenda Mediatrade, nessuno dei quali è stato condannato. Si è detto soddisfatto del verdetto l’avvocato di P.S Berlusconi, Niccolò Ghedini, il quale ha appunto commentanto la sentenza ribadendo la totale estraneità del suo cliente rispetto alla questione Mediaset.

Aldo e Alessia insieme U&D e poi

Uomini e Donne, Alessia Cammarota: dolce insieme al nipotino, sogna una famiglia con Aldo Palmieri

Chiara Rizzo scarcerata

Chiara Rizzo scarcerata, concessi i domiciliari