in ,

Melania Rea ultime notizie: una nuova perizia potrebbe scagionare Salvatore Parolisi

La difesa di Salvatore Parolisi, condannato a 30 anni per l’omicidio di sua moglie Melania Rea, ha chiesto alla Cassazione di prendere in considerazione un’impronta di scarpa insanguinata rinvenuta accanto al corpo della donna. La perizia, qualora dimostrasse ciò che sostiene il legale dell’ex caporale degli Alpini, Nicodemo Gentile, ovvero che quell’impronta non appartiene a Parolisi, potrebbe decretare una svolta clamorosa nel caso dell’omicidio di Melania Rea, avvenuto il 18 aprile 2011.

Il caso potrebbe quindi essere riaperto, come ribadisce il legale di Palorisi a sostegno della sua tesi: “Se poi dovessero essere confermati i risultati preliminari di una consulenza di parte che prospetta trattarsi di impronta di piccole dimensioni, sicuramente non superiore al numero 40, anche Parolisi che calza il 43 verrebbe con certezza escluso”.

Ultime notizie calciomercato Lazio: De Maio potrebbe arrivare dal Genoa

giuliano pisapia violenza donne

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne 2014: Giuliano Pisapia #uominisenzaviolenza