in ,

Meningite Napoli, caso sospetto: Salvatore, 46enne morto dopo febbre alta

Napoli, caso sospetto di meningite

Meningite, ormai è allarme in tutta Italia. C’è un sospetto nuovo caso di decesso di meningite da meningococco, nel Napoletano. Ieri, giovedì 29 dicembre, un uomo di 46 anni, Salvatore Arvore, è morto dopo avere avuto la febbre alta. Quando i familiari hanno chiesto l’intervento dei sanitari del 118 presso la sua abitazione a Fuorigrotta, per lui non c’era ormai più niente da fare: al loro arrivo era già morto. Per scongiurare il contagio, i medici hanno già fatto scattare le procedure di profilassi antibiotica per accertare l’eventuale presenza del meningococco nelle persone che sono state a stretto contatto con lui nelle ultime ore. Se accertato, sarebbe il secondo caso di morte per meningite di tipo C, in pochi giorni, nel Napoletano.

Il 46enne deceduto, si è appreso, aveva la febbre da giorni, febbre che teneva sotto controllo coi farmaci. Giovedì sera però le sue condizioni si sono improvvisamente aggravate, culminando nella sua morte. La moglie dell’uomo è stata ricoverata per il forte shock. Nelle prossime ore si saprà se le cause della morte di Salvatore siano da addebitare alla meningite.

Meningite di tipo C, i casi di Chiavari e Agerola

Sempre ieri si è parlato di altri due casi di meningite. Uno è quello della ragazza peruviana di 34 anni residente a Chiavari che si è sentita male il giorno di Natale ed è stata ricoverata in rianimazione all’Ospedale San Martino di Genova. Secondo il bollettino medico aggiornato le sue condizioni sono gravi ma stabili e l’infezione “in fase di regressione”, dicono i medici che l’hanno in cura.

L’altro caso, di decesso, ha visto vittima il 18enne di Agerola, Sebastiano Petrucci, stroncato da una meningite fulminate, colpito da forti dolori e febbre alta e deceduto due ore dopo il ricovero. Il giovane è morto nel pomeriggio del 28 dicembre, ma la conferma – meningite da meningococco – è arrivata solo ieri. Vista la psicosi contagio in città e lo stato di shock generalmente diffuso tra la cittadinanza, il sindaco di Agerola, Luca Mascolo, ha deciso di sospendere fino all’Epifania tutte le manifestazioni, “in segno di rispetto per il dolore della famiglia”.

Il bambino di 22 mesi, non vaccinato, morto a Firenze

L’altra piccola vittima della meningite di questi giorni, è il bambino di 22 mesi deceduto all’Ospedale Meyer di Firenze, dove era giunto in condizioni disperate nella tarda serata di mercoledì 28 dicembre a bordo di un’ambulanza. I medici hanno tentato a lungo di rianimarlo, ma i loro sforzi non sono serviti a niente. Da subito è trapelata l’indiscrezione, mai smentita, che il piccolo non fosse stato vaccinato. Altri due bambini di recente erano stati ricoverati all’ospedale pediatrico di Firenze, dopo essere stati colpiti da meningite di tipo C, e fortunatamente non sono morti perché sottoposti precedentemente a vaccino.

 

Ilenia Lazzarin incidente

Ilenia Lazzarin di Un Posto al Sole: incedente sulla neve per l’attrice

Il ricco e il povero Arisa tra i partecipanti

Il Ricco e il Povero: puntate con Massimiliano Rosolino, Arisa, Francesco Pannofino