in

Meningite, Toscana: l’assessore Saccardi chiede alle Asl vaccini entro 20 giorni

L’assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi ha lanciato un appello alle tre grandi Asl toscane, chiedendo che la vaccinazione contro il meningococco C per i soggetti aventi diritto venga effettuata entro 20 giorni dalla richiesta. Nella lettera, rivolta ai commissari delle Asl e ai vicecommissari delle aziende sanitarie, Saccardi scrive che tra la popolazione toscana sta crescendo l’allarmismo visti i numerosi casi di meningite registrati nella zona, i quali hanno portato ad una “nuova ondata di richieste di vaccinazione, che impone una pronta ed efficiente risposta dal parte del sistema sanitario regionale”.

L’assessore ricorda che la vaccinazione specifica è il metodo migliore per prevenire la malattia a lungo termine, sottolineando il bisogno di un intervento rapido ed efficace da parte del sistema sanitario. In particolare l’attenzione andrà rivolta agli assistiti tra gli 11 e i 20 anni, che dovranno sottoporsi a vaccinazione o dal proprio medico o in uno dei centri specializzati. Le Asl di zona dovranno verificare se i dottori e i pediatri che hanno aderito a questo progetto per la prevenzione si impegneranno realmente con i propri pazienti mettendo a disposizione i vaccini.

Per garantire l’efficacia dell’intervento sanitario in questa campagna, ogni Asl dovrà inoltre contattare coloro che non si presenteranno spontaneamente nei centri vaccinali o dal proprio medico. Inoltre, per assicurare che questa procedura venga rispettata a lungo termine, Saccardi ha richiesto controlli a campione periodici, per verificare il numero di prenotazioni e di richieste di vaccino.

Photo Credit: Africa Studio/Shutterstock

José Mourinho

Josè Mourinho ripercorre l’anno del “Triplete”: un aneddoto per rimediare agli errori arbitrali

Corso di fotografia for dummies, lezione n. 4: tempo e diaframma