in ,

Meningite, Toscana: tre casi in poche ore, ecco dove e le indicazioni dell’Asl

Nuovi casi di meningite in Toscana. In poche ore è ‘record’: una ragazza di 20 anni a Prato, contagiata da meningococco C. Un uomo di 55 anni a Impruneta, in provincia di Firenze, contagiato da meningococco B e un anziano di 83 anni, a Livorno, colpito dal batterio Haemophilus influenzae di tipo B. 

—> COSA DOBBIAMO SAPERE SULLA MENINGITE

La giovane di Prato, estetista, è stata ricoverata sabato sera a Prato all’ospedale Santo Stefano: le sue condizioni sono apparse subito serie. Infatti, i medici hanno subito sospettato una sepsi da meningococco, un’infiammazione che potesse andare oltre le meningi ed essersi estesa ad altri organi. La conferma della diagnosi – meningite di tipo C – è arrivata in tempi rapidi dal laboratorio di Infettivologia dell’ospedale Meyer di Firenze. Questo ha consentito di attivare subito le procedure di profilassi per i familiari e le persone che nei 10 giorni precedenti al contagio sono state a contatto con la ragazza che, dai primi accertamenti, pare essersi anche vaccinata.

—> I CASI DI MENINGITE DEGLI ULTIMI GIORNI

Anche il paziente di Livorno è arrivato in ospedale il 31 dicembre in tarda serata. Le sue condizioni precarie hanno fatto pensare a una possibile meningite: la diagnosi è stata confermata, anche se in questo caso, a determinare l’infezione è stato il batterio “emofilo”. La profilassi, in questo caso, è necessaria nei confronti di bambini che fossero presenti in famiglia: “Non c’è bisogno di una profilassi pubblica per questo tipo di batterio – assicura l’ospedale – perché i bambini sono tutti vaccinati contro l’emofilo, il batterio dell’influenza. Tuttavia, per sicurezza viene garantita nei confronti di eventuali bambini della famiglia del paziente”

Infine, un caso da meningococco B è stato diagnosticato in un adulto di 55 anni residente a Impruneta. L’uomo è stato ricoverato a Firenze, all’ospedale di Santa Maria Annunziata e risulta in “condizioni cliniche stabili”, stando alla nota dell’Asl. Necessaria, però, in questo caso la profilassi, perché la meningite di tipo B è contagiosa, al pari della C. Il servizio di Igiene e sanità pubblica di Firenze si è già attivato.

istanbul isis rivendica strage

Attentato di Capodanno a Istanbul: cosa sappiamo al momento

Uomini e Donne Gossip

Uomini e Donne Gossip, Aldo e Alessia di nuovo insieme? Ecco le ultime novità (FOTO)