in ,

Menopausa, terapia ormonale sostitutiva: “Protegge cervello e ossa”

Dal 2 al 5 marzo 2016 a Firenze si terrà il 17° Congresso della Società Internazionale di Ginecologia Endocrinologica, dove si parlerà anche di menopausa e della terapia ormonale sostitutiva. In Italia solamente l’8 % delle donne segue questo tipo di terapie per ritrovare il proprio equilibrio ormonale.

Il Presidente del Congresso, Andrea Genazzani, ha spiegato: “Abbiamo dimostrato, dopo molti anni di silenzio che non solo le terapie ormonali con sostanze appropriate, personalizzate e utilizzate con differenti vie di somministrazione sono efficaci nel ridurre i sintomi, ma anche che, protratte per tempi prolungati come 10-15 anni, modificano il naturale invecchiamento della donna e proteggono cervello, cuore, ossa, vasi, apparato digerente“. Nonostante le dimostrazioni, però, i numeri continuano ad essere bassi anche a causa di dati allarmistici diffusi anni fa da studi americani…

Genazzani ha spiegato anche che gli ormoni androgeni iniziano a diminuire prima della menopausa “Una donna a quarant’anni ha perso il 50% degli androgeni circolanti totali e questo coincide con la generale riduzione del desiderio, del piacere e di quella passione femminile che avevano invece caratterizzato gli anni tra i 15 e 25 dove massimi sono i valori di androgeni“. La Società Internazionale di Ginecologia Endocrinologica continua a sostenere i benefici della terapia ormonale sostitutiva.

Photo Credit: Image Point Fr / Shutterstock

Calendario Serie A

Serie A risultati oggi vincono Udinese, Sampdoria e Chievo

zuppa di pesce mercurio

Zuppa di pesce ritirata da Eurospin: “Troppo mercurio”