in

Mercato immobiliare: gli Italiani cercano case di lusso a Londra

I prezzi delle case di lusso londinesi sono aumentati di oltre il 50% dai loro valori minimi dell’ultima metà del 2009, in relazione alla forte impennata di acquirenti provenienti dall’Italia. “Le ragioni fondamentali che hanno spinto gli investitori del mercato del lusso immobiliare ad affacciarsi verso la Gran Bretagna, è quello di proteggere la propria ricchezza dagli effetti della crisi finanziaria globale e dall’incertezza politica generata dal voto in Italia”, dichiara Knight Frank, un noto consulente sul mercato immobiliare del lusso a Londra.

I dati mostrano come l’incertezza politica stimola anche un interesse per i cosiddetti beni rifugio, e il numero degli italiani alla ricerca di case a Londra a gennaio era quasi 2,5 volte superiore rispetto al dato dello stesso mese del 2012. La stragrande maggioranza delle case registrano un valore immobiliare di oltre 2 milioni di sterline, circa 3 milioni di euro.

Le elezioni politiche in Italia non hanno assegnato una maggioranza certa a nessuno tra Centrodestra, Centrosinistra e Movimento 5 Stelle, lasciando il paese in una fase intermedia di ingovernabilità, riaccendendo le preoccupazioni per una crisi del debito sovrano che aveva dato segni di rallentamento prima delle elezioni. 

“I clienti italiani sono stati un tassello importante per il mercato immobiliare del lusso a Londra, ma in genere non così importante e influente”, ha dichiarato Liam Bailey, responsabile della ricerca residenziale di Knight Frank. “Negli ultimi due mesi la quota di mercato ha portato gli acquirenti provenienti dalla penisola al terzo posto, dietro gli acquirenti del Regno Unito e della Russia per quanto riguarda l’acquisto di case nel centro di Londra. Tradotto in cifre corrisponde a una quota di mercato del 6% e un volume di affari che si aggira di poco sopra ai 2 milioni di sterline, circa 2,31 milioni di euro”, conclude il suo commento Liam Bailey.

Seguici sul nostro canale Telegram

riccardo iacona

Stasera “Tsunami” a Presadiretta (Rai 3): intervista a Vendola

Le Farmacie che diventano centri benessere