in ,

Meriam in Italia: è stata condannata a morte in Sudan perchè cristiana

Oggi Meriam, 27 anni, condannata a morte in Sudan perchè di fede cristiana, arriva in Italia. Meriam Yahia Ibrahim Isha, questo il suo nome completo, è stata protagonista di una drammatica e a tratti tragica avventura. La giovane era stata condannata per apostasia, ovvero per aver rinunciato alla sua fede.

ultime notizie italia

La ragazza è nata da padre musulmano, ma una volta che l’uomo l’ha abbandonata, è stata educata al cristianesimo che è divenuto il suo credo. Tanto che si era sposata con un ragazzo cristiano. Ma per la Sharia, la legge islamica, lei – nata da padre musulmano – tutto questo è un peccato. Oltre all’apostasia, era stata additata di adulterio, visto che aveva consumato con un fedele non islamico. In Sudan, Meriam doveva finire in prigione. La ragazza, incinta, è stata rinchiusa, frustata e seviziata. La sua vicenda aveva scosso tutto il mondo. Ad un certo punto, in attesa di otto mesi, era stata liberata, ma poi rinchiusa di nuovo. Infine, finalmente la definitiva scarcerazione.

La ragazza è in arrivo, in Italia, a Roma, all’aeroporto militare di Ciampino. L’aereo della presidenza del consiglio italiano atterrerà questa mattina. Lei, Meriam era stata una delle protagoniste del discorso del nostro presidente del consiglio,  Matteo Renzi al Parlamento Europeo il giorno dell’insediamento del semestre di presidenza italiano.

Olanda arrivate prime 40 salme del disastro aereo in Ucraina

Aereo malese abbattuto: in Olanda le prime 40 salme, lutto e rabbia del Paese

Infibulazione allarme per 86 milioni di bambine a rischio infibulazione

Infibulazione: allarme per 86 milioni di bambine a rischio mutilazione, si pratica anche in Italia