in

Mes, l’altolà alla modifica dall’Eurogruppo, Centeno: «Non vediamo ragione per cambiare testo»

«Non vediamo ragione per cambiare testo. L’accordo politico è già stato raggiunto mentre i Paesi stanno ora lavorando solo su alcune tecnicalità». Sono parole inequivocabili quelle di Mario Centeno, presidente dell’Eurogruppo, sul Meccanismo europeo di stabilità (Mes). parole che arrivano da Bruxelles dove è in corso l’assise comunitaria e che chiudono alle ipotesi di modifica, come da richiesta del Movimento 5 Stelle al presidente del consiglio Giuseppe Conte.

>> Mes, Conte attacca Salvini e Meloni: «Diffondono notizie palesemente false e allarmistiche»

mes eurogruppo

Nuova sconfitta per Luigi Di Maio dunque? Le parole di Centeno sono inequivocabili e del resto lo stesso premier italiano Conte aveva aperto alla stessa ipotesi, in una dichiarazione raccolta dal Corriere della Sera. «Quando il Mes sarà firmato decideranno i responsabili politici dei singoli Paesi, ci sono tempi e modi che decideremo in seguito», aveva poi aggiunto Conte da Londra.

luigi di maio

Mes Eurogruppo: «Stiamo lavorando sugli aspetti tecnici, accordo politico raggiunto»

Centeno nel corso dell’Eurogruppo ha parlato di “presa d’atto” della riforma del Meccanismo europeo di stabilità, sulla quale, ha detto, «abbiamo lavorato molto quest’anno» e sulla quale «abbiamo preso una decisione in giugno con la prospettiva di firmare i cambiamenti del trattato all’inizio dell’anno prossimo. Non vediamo la necessità» di rinvii più lunghi dell’approvazione della riforma del Meccanismo Europeo di Stabilità per consentire di modificarla. «Stiamo lavorando sugli aspetti tecnici ora – ha detto Centeno – l’accordo politico è stato raggiunto ed è
importante che ci sia un dibattito politico in tutti gli Stati membri. Di certo i ministri lo sottolineeranno: non vedo spazio per rinvii  lunghi». 

>> Tutte le news di politica

Written by Andrea Monaci

48 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it, ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto tra gli altri per il "Lavoro e Carriere" e "Il Secolo XIX". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Caso Yara Gambirasio news

Yara Gambirasio, sul suo corpo 10 Dna mai identificati: l’avvocato di Bossetti evidenzia le anomalie del caso

Antonella Clerici

Antonella Clerici ritorno a “La prova del cuoco”: «Ho un po’ di idee sui fornelli, ma…»