in

Messaggi vocali Whatsapp: pro e contro di una piaga social(e)

I messaggi vocali di Whatsapp: quell’apostrofo blu, a metà tra una semplice chiamata e un comune sms. Quante volte vi sarà capitato di essere così tanto di fretta da non poter rispondere ad un messaggio? Purtroppo quella risposta è di vitale importanza e l’altra persona, persa nel vortice delle spunte blu di Whatsapp, si starà sicuramente preoccupando. Del resto, sono giù trascorsi dieci secondi dal vostro ultimo accesso. Ecco che entrano in gioco i messaggi vocali, salvatori di chiunque sia in possesso di uno smartphone e, così facendo, evita che la sua foto profilo più brutta di Facebook finisca in tv, a Chi L’Ha Visto o, peggio ancora, da Barbara D’Urso.

->SEGUICI ANCHE SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK UFFICIALE: URBAN TECH

Il dramma sorge quando chi riceve il famoso messaggio vocale da voi, che siete stati così pigri da non digitare sulla comodissima tastiera qwerty la parola “sì” o “no”, è al lavoro, a lezione, in famiglia, con il partner e voi siete l’amante: in quell’esatto istante, una strana sensazione si impadronisce di lui/lei che, senza nemmeno accorgersene, corre in un posto buio a prova di spacciatori per ascoltare il vostro messaggio vocale. Per cosa? Per sentirsi dire un semplice “sì” o “no”.

E ancora: è l’ora di pranzo o di cena e con le mani occupate a tagliare la bistecchina, sempre che non siate vegani, non resta che rispondere urgentemente con un messaggio vocale. Chi vi ascolta vi avrà sicuramente fatto qualche torto, perché nessuno si merita di sentire gli altri che ruminano. Già, i messaggi vocali rivelano qualunque cosa voi stiate facendo. Tra l’altro, se costui avesse pure fame e fosse imbottigliato nel traffico? Esatto, il traffico. Per una strana legge social(e), chi registra messaggi vocali mentre insulta il solito vecchietto con la coppola e la panda che va a 30km/h, si sente in dovere di condividere il suo stato d’animo con chi ha avuto la maledetta idea di chiedergli “Ehi ciao, che fai?”.

Image credit: Elwin/Shutterstock

Ricette dolci Detto Fatto

Ricette dolci Detto Fatto: Alessandro Servida e la torta di ricotta e cioccolato

maternità inps, maternità inps come funziona, domanda maternità inps, maternità inps online, maternità inps lavoratrici dipendenti, maternità inps quanto viene pagata, maternità inps quanto dura, maternità inps quanto spetta, maternità inps quando spetta,

Maternità Inps come funziona: domanda, quanto dura e quanto spetta