in ,

Messi: a processo per frode fiscale, “Non poteva non sapere”

Lionel Messi dovrà andare a processo per frode fiscale perché, come ha stabilito il tribunale di Gavà, vicino a Barcellona, “Non poteva non sapere”. Il ricorso presentato dall’argentino contro i capi d’imputazione è stato, quindi, respinto.

L’asso del Barcellona, secondo il giudice di Gavà, non poteva non essere a conoscenza dell’attività di suo padre, Jorge Horacio, che è anche suo agente e amministratore economico. L’accusa per frode fiscale include guadagni percepiti dai diritti d’immagine che non sono stati dichiarati tra il 2007 e il 2009; il mancato versamento all’Erario è di 4 milioni di euro.

pipistrelli epidemia Perù

Ebola, Italia: un milione di vaccini Made in Italy all’Oms

mimmo e rudi in lotta per irene

I Cesaroni 6 anticipazioni sesta puntata: il ritorno di Marco