in ,

Messi frode fiscale, fissata la data di appello: ecco cosa rischia la Pulce

Lionel Messi è costretto a giocare una partita importante fuori dal campo. Il fenomeno del Barcellona si trova infatti impegnato anche sul fronte della giustizia per frode fiscale. Ora è stata fissata la data di appello che, secondo quantoriportato da Cadena Ser, avrà luogo il 20 aprile, esattamente a metà tra la sfida con la Juventus per i quarti di finale di Champions League e il Clasico, il Liga, contro gli storici rivali del Real Madrid.

LEGGI TUTTE LE NOVITA’ DELL CHAMPIONS LEAGUE 2016/2017

Messi frode fiscale, fissata la data dell’appello: la condanna prevede 21 mesi di recusione

Messi potrebbe quindi non essere al meglio per la sfida europea contro i bianconeri di Max Allegri. Almeno dal punto di vista mentale. Già, perché l’accusa nei confronti della Pulce blaugrana è abbastanza importante: la condanna in primo grado a 21 mesi di reclusione potrebbe cambiare in negativo la vita e la carriera dell’argentino. Il 20 aprile, quindi, il Tribunal Supremo si pronuncerà sull’appello del 10 del Barcellona e del padre sulla condanna a 21 mesi di reclusione decisa in primo grado. L’accusa di frode fiscale contestata dal fisco spagnolo è cospicua: si parla di una somma di ben 4,1 milioni di euro spostati in società con sede in paradisi fiscali dal 2007 al 2009. A breve Messi conoscerà il suo futuro. E lo farà tra Juventus e Real Madrid, nel momento clou della stagione.

Seguici sul nostro canale Telegram

Isola dei Famosi 2017, Samantha De Grenet riconquista la fiducia? Le ultimissime

Amici 16 anticipazioni seconda puntata

Amici 16 anticipazioni seconda puntata Serale del 1 Aprile 2017: ospiti Francesco Renga, Fabrizio Moro e LP