in ,

Messico: i figli de “El Chapo” si vendicano, 5 soldati uccisi in un imboscata

L’attacco potrebbe avere tutti i connotati di una ritorsione dopo l’arresto del boss del narcotraffico messicano El Chapo. Stando alle notizie ufficiali, i figli del re della droga avrebbero organizzato e partecipato ad un’imboscata ad un convoglio militare. Sono stati 5 i militari uccisi nella rappresaglia, mentre altri 10 sarebbero stati feriti. L’assalto è avvenuto a Culiacan, una città nel nord ovest del Messico. Stando alle informazioni pervenute, questo centro urbano sarebbe il vero fortino del narcotraffico del cartello del Sinaloa, nonché il luogo di cattura del boss.

Stando a quanto riferiscono fonti del governo messicano e media locali, il convoglio militare aveva il compito di scortare un’ambulanza su cui viaggiava un esponente di spicco del cartello, guidato adesso dai figli de “El Chapo“. L’uomo a bordo dell’ambulanza era stato ferito durante l’arresto. Il generale Alfredo Duarte Mujica si è presentato davanti ai microfoni e alle telecamere per riferire quanto avvenuto. Stando alle parole dell’ufficiale, l’assalto è stato organizzato sulla strada per l’ospedale.

I militari si sono trovati dinanzi ad un vero e proprio commando armato di mitragliatrici automatiche e granate. “A questo punto non abbiamo ancora certezze, ma è molto probabile che siano stati i figli di el Chapo“, così il Generale Duarte su quanto avvenuto.

rozzano imprenditore ucciso

Orrore a Firenze: trovato corpo decapitato in un bosco

Siria attacco terroristico

Guerra in Siria, Aleppo: colpito un altro ospedale, le accuse degli Usa a Mosca