in ,

Meteo: “flash flood” fenomeno che ci ha funestato l’estate

Il mese di settembre si è aperto con precipitazioni improvvise ed intense denominate dagli esperti “falsh flood”. Un fenomeno climatico raro e anomalo che si sta verificando sempre più assiduamente in tutto il mondo, persino nelle zone in cui prima era sconosciuto. Secondo gli ambientalisti si tratta della conseguenza dei cambiamenti climatici in atto. La perturbazione di questi giorni: Elettra è solo l’ultima di ben ventisei perturbazioni degli ultimi tre mesi che ha sconvolto la nostra stagione estiva.

alluvione come conseguenza dei Flash Flood

I flash flood, ormai, non sono più considerati dei fenomeni transitori, tanto che in alcuni Paesi come Gran Bretagna Usa e Australia, sono previsti dei “warning” cioè degli allarmi con cui si allertano le popolazioni dell’arrivo del fenomeno. Gli effetti più temuti che si possono verificare sono alluvioni o aumento improvviso e notevole di piccoli corsi d’acqua. Proprio per cercare di arginare le problematiche legate a questi eventi la Gran Bretagna, già da qualche anno, con il coinvolgimento delle organizzazioni degli agricoltori, ha individuato le coltivazioni più adatte da piantare in prossimità dei fiumi. Ad esempio evitando i campi di mais che pur richiedendo molta acqua impermeabilizzano il terreno, agevolano la piena e quindi le eventuali alluvioni.

Questa estate, nel nostro Paese, piogge, temporali, grandine e bombe d’acqua hanno messo in ginocchio il settore turistico e quello agricolo a macchia di leopardo. La Coldiretti ha stimato che in molte zone d’Italia il raccolto di un’intera annata è andato in malora, mentre sono aumentate le spese per difendere le coltivazioni dai parassiti, favoriti dal clima anomalo. Anche nel settore dell’apicoltura vi è e stata un calo della produzione del miele fino al 70% nel nord Italia, mentre, nel sud e nel centro si stima una diminuzione del 40%. La nota positiva di questo andamento è il dimezzamento della superficie boschiva incendiata dall’inizio dell’anno al 15 agosto 2014 e la previsione di una raccolta notevole di funghi.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Carlo Alberto Dalla Chiesa 32 anni dall'eccidio

Palermo ricorda Carlo Alberto Dalla Chiesa a 32 anni dall’eccidio

biscottone inzupposo banderas spot mulino bianco

Antonio Banderas, Mulino Bianco: Spot Biscottone